Home Caffè Soffre di ecz...

Soffre di eczema e inventa un nuovo scrub al caffè: ora lo venderà in tutta Europa

scrub caffè coffee

MILANO – La giovane coppia formata da Lloyd Hazell e Tasha Harris non appartiene alla categoria di quelli che si piangono addosso. Al contrario: visto che Tasha soffriva di un brutto eczema (una sorta di dermatite cronica localizzata che dà prurito, rossore e a volte anche gonfiore), i due hanno trovato la formula vincente: uno scrub totalmente naturale a base di caffè e dagli effetti incredibilmente soddisfacenti.

Sarebbe stato un peccato non permettere a terzi di beneficiare della loro scoperta, quindi i giovani hanno deciso di commercializzare il prodotto partendo dall’Inghilterra e allargandosi poi in tutta Europa.

Il progetto è in crescita e di recente Lloyd e Tasha sono stati persino ospiti di un programma televisivo sulla BBC. Lo scopo era quella di mostrare i benefici del prodotto, di mostrare il packaging scelto per la commercializzazione (una busta in cartone simile a quella del caffè col nome del brand Grounded, che letteralmente significa “a terra”) e di sondare il terreno per eventuali investitori che di certo gioverebbero alla loro causa (i due vorrebbero vendere il 45 per cento dei diritti alla somma di 30.000 sterline).

FOODNESS
CARTE DOZIO

L’idea è venuta dopo un viaggio in Australia: lì il problema dell’eczema è più radicato ed esiste una maggiore varietà di prodotti volti alla cura della pelle.

Durante un viaggio a Bali, inoltre, Tasha aveva notato l’efficacia delle maschere al caffè. In Gran Bretagna il settore è leggermente indietro e per questo hanno voluto impegnarsi nello sviluppo di qualcosa che fosse il ‘più specifico’ possibile.

Soffre di eczema e inventa un nuovo scrub al caffè: ora lo venderà in tutta Europa

In tv, Tasha ha raccontato: “Ho sofferto di eczema per tutta la vita e questa maschera è l’unica cosa che davvero mi ha permesso di sbarazzarmene. La sua forza sta nell’esfoliazione dello strato superiore della pelle. I prodotti medici invece contengono steroidi, che non vanno affatto bene per l’epidermide”.

Lloyd ha aggiunto: “Quando ho cominciato ad uscire con Tasha ho visto il disastro causato dal freddo sulla sua pelle. Non riusciva nemmeno a parlare, perché le venivano delle croste tutte intorno alle labbra. Adesso il problema esiste ancora, ma è molto più leggero”.

A quanto pare ciò che rende davvero speciale il loro prodotto è la materia prima, ovvero i chicchi di caffè di qualità robusta. La loro acidità è ben più elevata rispetto al caffè che finisce nelle tazzine del bar e la pelle può trarne immensi benefici.

Non resta che aspettare l’inaugurazione ufficiale del loro business, il quale promette di arrivare in ogni Paese che voglia sperimentare la loro ‘creatura’.