Home Analisi di mercato Usa, tramonta...

Usa, tramonta già il porzionato

In forte calo le vendite del colosso Keurig, prossimo a entrare nell’orbita di JAB Holding. Perché cialde e capsule piacciono di meno al consumatore americano

MILANO – Monoporzionato: un trend in declino negli States. Lo sostiene il Washington Post, in un’analisi di Roberto A. Ferdman pubblicata nei giorni scorsi. Anni fa cialde e capsule sembravano invincibili – scrive il giornalista americano citando dati Euromonitor– tra il 2011 e il 2013 le vendite di serving monoporzione sono più che triplicate, mentre le macchine sono passate da 1,8 milioni nel 2008 a 11,6 milioni nel 2013.

“Oggi, tuttavia, le prospettive non appaiono altrettanto rosee” sostiene Ferdman. Le vendite di macchine della Keurig – di gran lunga il principale competitor di oltreoceano in questo segmento – sono calate del 7% durante le feste, un periodo sul quale l’azienda puntava moltissimo.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.