Home Analisi di mercato Raccolto bras...

Raccolto brasiliano al giro di boa, Silas Brasileiro (Cnc): «La qualità di quest’anno è ottima»

raccolto brasiliano
La coltivazione del caffè in Brasile

MILANO – Raccolto brasiliano al giro di boa: le operazioni sono state completate per circa la metà, secondo una nota diffusa venerdì dal Consiglio brasiliano del caffè (Cnc), la massima organizzazione di settore. E la qualità è “ottima”, stando ai riscontri forniti da produttori e analisti. Una buonissima notizia, considerando i problemi qualitativi che avevano accompagnato invece il raccolto 2019, dovuti soprattutto all’irregolarità del clima. Unica nota negativa, un’incidenza superiore alla norma della scolite del caffè, una delle piaghe più temute dai produttori.

Il presidente del Cnc Silas Brasileiro si dichiara comunque fiducioso che l’applicazione del programma di prevenzione fitosanitaria, elaborato dal settore all’inizio della pandemia, contribuirà a tenere la situazione sotto controllo incoraggiando le buone pratiche sanitarie.

“Abbiamo la caffeicoltura più sostenibile del mondo – ha dichiarato Brasileiro – è ciò riflette la cura e la professionalità dei produttori in tutte le fasi pre e post raccolta”.

Rimane invece l’incertezza sul volume reale del raccolto brasiliano di quest’anno

L’unica stima ufficiale sin qui diffusa da Conab risale allo scorso gennaio. E indica un dato compreso tra i 57,2 e i 62 milioni di sacchi. Il settore privato, come sempre, viaggia su cifre ben più elevate.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.