Home Estero PUBBLICITÀ &#...

PUBBLICITÀ – Ferrero nella bufera per la cioccolata bianca “razzista”

Ferrero
Lo stabilimento Ferrero di Alba

BERLINO- Anche la cioccolata, se bianca, quindi senza cacao, può essere accusata di razzismo. È successo in Germania alla Ferrero che ha dovuto ritirare la sua pubblicita dei cioccolatini Ferrero Kusschen per il mare di proteste sul web.

In rete gli slogan della celebre casa dolciaria piemontese, ideati dall’agenzia di pubblicità M&C Saatchi, sono stati addirittura paragonati a quelli del partito neo-nazista Ndp.

Ecco lo spot della pubblicità Ferrero definita “razzista”

CARTE DOZIO
FRANKE

[embedplusvideo height=”200″ width=”365″ editlink=”http://bit.ly/17ekwge” standard=”http://www.youtube.com/v/DEWVRaY1uRM?fs=1″ vars=”ytid=DEWVRaY1uRM&width=365&height=200&start=&stop=&rs=w&hd=0&autoplay=0&react=1&chapters=&notes=” id=”ep7374″ /]

“La Germania sceglie il bianco”, inneggiano nel brevissimo spot i sostenitori di un immaginario comizio all’americana tenuto appunto dagli stessi ‘cioccolatini’ davanti a una folla urlante “Sì il bianco può (Yes, weiss can)”, sulla falsariga del ‘Yes we can’ lanciato dal presidente Usa Barack Obama (non a caso un ‘nero’!).

“Tutti noi vogliamo far diventare questo paese più gustoso, vogliamo il bianco Ferrero Kusschen per sempre”. E giù l’onda di critiche. I dirigenti hanno quindi ritirato il video della pubblicità e con una breve e-mail al settimanale tedesco ‘Spiegel’ hanno precisato che qualsiasi riferimento al colore bianco era solo legato al cioccolato. Per fortuna.