Home Cacao & Cioccolato Il cioccolato...

Il cioccolato Amedei è rientrato tutto in Italia grazie all’acqua Ferrarelle

Ferrarelle, azienda italiana dell'acqua minerale, ha fatto un dolce acquisto: suo il 99% dell'Amedei, impresa toscana del cioccolato. Nel 2015 il 75% delle quote erano state vendute al fondo cinese Octopus Europe Limited.

CONDIVIDI
ferrarelle

MILANO- Ferrarelle, azienda nota dell’acqua minerale ha comprato il 99% dell’Amedei, impresa toscana del cioccolato, tra le più famose al mondo. Nel 2015 il 75% delle quote erano state vendute al fondo cinese Octopus Europe Limited.

Ferrarelle: non soltanto acqua

L’Amedei era già sotto il controllo cinese dal 2015. Adesso, dopo due anni dall’acquisizione del 75% delle sue azioni dall’Octopus Europe Limited, il cioccolato Amedei torna in Italia.

Ferrarelle riporta sotto il controllo tricolore il marchio. Rileva non solo le quote in questione, ma anche quelle di proprietà di Cecilia Tessieri, ex titolare e fondatrice dell’azienda.

Faema
ANCAP

La maitre chocolatier e fondatrice dell’azienda toscana conserverà una quota dell’1%; resterà in azienda a garanzia della continuità aziendale.

L’importanza di investire sull’artigianalità del made in Italy

Un’acquisizione importante sia per l’azienda dell’acqua campana sia per il cioccolato toscano. Ferrarelle punterà infatti sugli artigiani del cioccolato.

Così come sulle professionalità di Amedei investendo ulteriormente nella produzione di Pontedera (Pisa) dove oggi lavorano circa 30 dipendenti.

Il marchio Amedei potrà crescere; superando un periodo di crisi che ha visto una riduzione del fatturato a poco più di 3 milioni di euro e l’azzeramento del capitale per una perdita.

Il cioccolato salvato dall’acqua

Con il know how di Ferrarelle, Amedei potrà aumentare la sua capacità industriale. Creare una struttura commerciale che ora manca.

L’obiettivo è quello di incrementare la presenza del cioccolato toscano nel mondo attraverso la distribuzione non solo più horeca. Non più quindi destinata alle catene alberghiere e alla ristorazione ma anche negli altri canali.

Il marchio Amedei è comunque già riconosciuto a livello mondiale con una quota di export vicino al 40%.

Amedei: la ricerca del cioccolato di qualità

Gli artigiani toscani scoprono le piantagioni e i semi migliori in Paesi lontani. Più volte nel corso degli anni hanno vinto i premi della Chocolate Academy.

L’operazione, che ha avuto Unicredit come Advisor, è stata assistita dallo studio legale Bdl e dallo studio legale Perno Cremonese e Associati di Roma.

“Siamo rimasti conquistati dalla filosofia e dall’artigianalità di questa splendida eccellenza italiana. Che siamo lieti di riportare completamente in Italia. – ha commentato il presidente di Ferrarelle Carlo Pontecorvo”.

Ed ha proseguito: “Aggiugeremo valore nel rispetto della tradizione; applicando i punti di forza del modello di organizzazione aziendale e struttura commerciale che ha già portato i marchi di Ferrarelle a costruirsi la leadership in Italia. Una presenza rilevante in alcuni mercati internazionali”.