Home Sostenibilità Occhiali coi ...

Occhiali coi fondi di caffè made in Italy: a breve in vendita col marchio Panetta

panetta
Presto sul mercato gli occhiali prodotti con i fondi di caffè dall'artigiano e imprenditore Massimo Panetta

MILANO – Le idee per riciclare i fondi di caffè sono sempre più numerose: dopo aver visto le scarpe vegane, adesso passiamo agli occhiali. Un’idea che in realtà era già stata sfruttata da una start-up ucraina, e che oggi viene ripresa e re intepretata in chiave made in Iltay da Massimo Panetta. Un artigiano che è già celebre per il suo lavoro sulle montature fatto col legno d’ulivo e che adesso ha deciso di trasformare un’altra materia prima: il caffè. Vediamo questa nuova impresa, dal sito ilmessaggero.it. l’articolo di Regina Villa.

Panetta “mette a fuoco” il rito del caffè

«È nato tutto per caso. Parlando con un mio amico che ha un bar, è sorta la questione degli scarti del caffè. E mi si è accesa la lampadina». Perché buttarli, insomma? Gli occhiali di questo artigiano-imprenditore, non solo hanno il colore della montatura come il caffè, ma anche l’aroma che sprigionano.

C’è da pazientare qualche mese

Panetti conta di lanciarli sul mercato per la stagione 2020. «Siamo ancora alla fase embrionale. A oggi – dice – ne abbiamo realizzati 5 modelli per gioco. Come? Ai fondi va aggiunto un polimero, una resina sintetica che fa da collante. Poi vengono pressati fino a formare una tavoletta che è la struttura portante dell’occhiale. Quindi passiamo alla fresatura.

FRANKE
Water + more

Il colore e l’odore che otteniamo sono quelli del caffè. Un esperimento riuscito bene, ma – rivela – abbiamo talmente tanti ordini per gli occhiali in legno che questi al caffè non riusciamo a realizzarli ora».

Ora sono in 9 a portare avanti la falegnameria nata sette generazioni fa e tramandata di padre in figlio

Con Panetta che, anziché soccombere di fronte alle sfide di un’economia spietata coi più piccoli, ha puntato sul prodotto tipico della sua terra, l’olivo. E sul dono di famiglia, quell’arte antica di lavorare il legno.

Negli anni ’60 in questa falegnameria i genitori di Panetta selezionavano pregiati ulivi centenari, per poi tagliarli in assi e stoccarli per oltre 40 anni. E da questa materia prima ora nascono occhiali con la montatura di legno, un prodotto unico in Italia che ha conquistato l’americana Tommy Bahama. Colosso del settore con 18mila punti vendita nel mondo.

«Vendiamo – conferma Panetta – il 100% proprio negli Usa. Non ho intenzione di allargare la produzione, altrimenti diventeremmo un prodotto industriale. Voglio invece che i miei occhiali abbiano un’anima artigianale: sono le persone che fanno la differenza della Massimo Eyewear».