martedì 17 Maggio 2022

Nel Veronese per scoprire le dolci delizie di Pesarin che usa anche il caffè

Anche il caffè viene ritenuto parte integrante del lavoro in pasticceria. Sia come bevanda da abbinare, sia come base per realizzare creme di qualità

Da leggere

LEGNAGO (Verona) – Paese che vai, prelibatezza che trovi. E passando per Legnago, nella bassa Veronese, non si può non assaggiare “Il Torrione”, il caratteristico dolce un po’ pralina, un po’ mignon.

La firma d’autore è quella del Pasticcere Davide Pesarin (FOTO sopra), che, ispiratosi al celebre simbolo architettonico di epoca rinascimentale, ha restituito a concittadini e turisti un’autentica specialità, questa volta da “visitare” con tutti e cinque i sensi.

A scorrere nelle vene di Davide, una passione irresistibile: quella per il cioccolato, alla base di un vasto assortimento di creazioni, dalle praline, alle mousse e ai cremosi.

«È affascinante come in pochi grammi si possa concentrare un abbinamento tale di gusti», racconta il Pasticcere professionista, che assieme alla moglie Cristina gestisce oggi l’attività fondata dai genitori Sergio e Graziella in Piazzetta Carducci, trasferita dal 1970 nelle sede attuale di via Pio X.

“Il Torrione”

Uno staff di 13 collaboratori, divisi tra il laboratorio e il negozio, ogni giorno è impegnato a cercare e offrire nuovi percorsi di gusto. Come con l’altrettanto rinomata pralina “Caramello e sale” o la mignon “Piccola Provenza”, che coniuga le sensazioni del mirtillo a quelle della lavanda fresca.

Questo spirito di ricerca pervade la Pasticceria Pesarin. Dove vengono organizzate anche speciali serate gastronomiche. Con gli abbinamenti tra le portate degli chef e le minuziose creazioni di Davide.

E in laboratorio si usa anche il caffè

Anche il caffè viene ritenuto parte integrante del lavoro in pasticceria. Sia come bevanda da abbinare, sia come base per realizzare creme di qualità.

«Il cliente è sempre più attratto dalla lavorazione artiginale»

«Sogno di aprire un punto di produzione separato per il cioccolato. Il cliente è sempre più attratto dalle proposte particolari, inizia ad apprezzare la differenza della lavorazione artigianale. E questo sarà il nostro motore per il futuro: innovazione e artigianalità.

Esportiamo già i nostri lievitati ad esempio in Giappone, in Germania. Ma il segmento che darà maggiori soddisfazioni è quello del cioccolato. Lì ci sono buoni margini per crescere», spiega Pesarin.

www.pasticceriapesarin.it

dolcetorrione.it

Ultime Notizie