giovedì 30 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

La stevia e i dolcificanti artificiali non aumentano l’appetito: il nuovo studio

Lo studio, primo nel suo genere, ha coinvolto 53 uomini e donne adulti di età compresa tra 18 e 60 anni considerati sovrappeso o obesi. È considerato il primo nel suo genere perché si concentrava sugli alimenti zuccherati piuttosto che sulle bevande

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Secondo i risultati di nuovi studi, la sostituzione dello zucchero con dolcificanti come la stevia non aumenta l’appetito di una persona e può persino aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo di Amie Dahnke pubblicato sul portale Epoch Times.

La sostituzione dello zucchero con la stevia o altri dolcificanti non aumenta l’appetito: i risultati dello studio

MILANO – Lo studio, pubblicato dal consorzio Sweet su eBioMedicine di Lancet, è stato condotto dall’Università di Leeds nel Regno Unito e dal Centro di ricerca per la nutrizione umana Rhône-Alpes in Francia. Il consorzio Sweet comprende 29 partner europei di ricerca, consumatori e industria che collaborano per verificare se il passaggio dallo zucchero ad altri dolcificanti possa apportare benefici al pubblico.

Triestespresso

Lo studio, primo nel suo genere, ha coinvolto 53 uomini e donne adulti di età compresa tra 18 e 60 anni considerati sovrappeso o obesi. È considerato il primo nel suo genere perché si concentrava sugli alimenti zuccherati piuttosto che sulle bevande.

Tra il 2021 e il 2022, i partecipanti hanno consumato biscotti contenenti zucchero, stevia o un dolcificante artificiale chiamato Neotamo per tre periodi di due settimane. Il neotamo (anche neotame o newtame) è un dolcificante artificiale fino a 13.000 volte più dolce dello zucchero normale. I partecipanti hanno provato ciascun tipo di biscotto, ma in un ordine diverso. i loro livelli di glucosio, insulina e ormoni legati all’appetito sono stati registrati il ​​primo e l’ultimo giorno di ogni periodo di due settimane.

I ricercatori non hanno riscontrato differenze nei livelli di appetito tra i partecipanti che mangiavano biscotti con zucchero e quelli che mangiavano biscotti con stevia o dolcificante artificiale. Inoltre, non hanno trovato alcuna differenza tra gli ormoni legati all’appetito come la grelina, il peptide 1 simile al glucagone (Glp-1) o il polipeptide pancreatico.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio