Home Scienza La scoperta: ...

La scoperta: tutte le varietà di Coffea arabica dipendono da una singola pianta

coffea arabica varietà
Un arbusto di coffea arabica

MILANO – Tutte le varietà di Coffea arabica esistenti hanno un unico antenato: un singolo esemplare nato dall’ibridazione spontanea avvenuta tra Coffea canephora e Coffea eugenoides, probabilmente nel sud-ovest dell’Etiopia. Questa la conclusione saliente di un nuovo studio condotto congiuntamente dall’Istituto di genomica applicata di Udine, dall’istituto Cirad di Montpellier e dal World Coffee Research (Wcr) di Portland (Stati Uniti). Con il fondamentale contributo inoltre di illycaffè e Lavazza e di vari atenei italiani.

L’incrocio tra le due diverse varietà è avvenuto attraverso allopoliploidia, ossia l’unione di serie aploidi di cromosomi derivanti dalla due specie suddette. Tale fatto è noto alla scienza già da una ventina d’anni. L’elemento nuovo rivelato dallo studio – pubblicato in Nature Scientific – è che tale allopoliploidia avvenne una singola volta.

“Ciò significa che una singola pianta, un “super esemplare”, ha dato origine all’intera specie della Coffea Arabica. E ai milioni di arbusti che ora crescono in tutto il mondo nella fascia intertropicale” ha dichiarato il coordinatore dello studio Benoît Bertrand.

“Tale singolo evento avvenne tra i 10 e 20 mila anni fa, mentre gli studi precedenti lo collocavano tra i 100 e i 600 mila anni fa”.

Il super esemplare avrebbe avuto ben poche possibilità di sopravvivere, se non fossero intervenuti tre fatti concomitanti, spiega Bertrand

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.