Home Cacao & Cioccolato Il cioccolato...

Il cioccolato fondente è un valido alleato contro glicemia e colesterolo

Guan Chong Bhd profumo di cioccolato

MILANO — Il cioccolato per quanto calorico è decisamente ricco di polifenoli ad azione antiossidante. Inoltre contiene ferro, fornisce Potassio, Zinco, è un’eccellente fonte di Magnesio, vitamina E, vitamina PP e apporta anche un’ottima quantità di fibra, oltre che una buona quota di proteine (circa il 7%). Come se non bastasse

Il cioccolato si rivela anche un ottimo alleato del cuore e del cervello

sia per la presenza di una sostanza chiamata teobromina che stimola la funzionalità cardiaca e aiuta ad innalzare il livello d’attenzione favorendo la concentrazione e allontanando la sensazione di fatica; sia per la sua ricchezza di acido stearico, un particolare acido grasso, che si differenzia nettamente in positivo dagli altri acidi grassi saturi, per le sue proprietà simili a quelle degli acidi grassi buoni di tipo insaturo.

Regala anche uno straordinario senso di piacere. Ciò grazie a sostanze chimiche chiamate neurotrasmettitori (serotonina, endorfina, anandamide, feniletilammina), che influenzano significativamente il tono dell’umore e donano un’efficace azione antistress.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Un recente studio pubblicato sul British Journal of Nutrition

indica il cioccolato fondente come fonte preziosa di polifenoli. In particolare sono stati valutati gli effetti del consumo di 20 gr di cioccolato fondente almeno al 70%, per 2 settimane, sulla glicemia, sulla colesterolemia e sulla pressione arteriosa in 40 persone in sovrappeso o obese. Con il risultato di una riduzione significativa sia della glicemia a digiuno che della pressione arteriosa.

Questo studio conferma quindi i benefici del consumo regolare di dosi moderate di cioccolato fondente sul metabolismo glucidico e nel controllo della pressione arteriosa.

Il cioccolato da acquistare, oltre che fondente deve contenere una buona percentuale di burro di cacao. Quest’ultimo si fonde alla temperatura della bocca e lentamente libera un sapore ed un aroma ricco di sensazioni; inoltre il burro di cacao non innalza i livelli di colesterolo LDL (colesterolo cattivo) ma aumenta i livelli di colesterolo HDL (colesterolo buono). Influendo quindi sulla salute endoteliale. E migliorando di conseguenza la funzione vascolare e riducendo la capacità di adesione dei leucociti in circolazione.

Un’importante accortezza però: spesso il cioccolato in commercio non è puro ma viene mescolato con latte vaccino (il cosiddetto cioccolato al latte), che ahimè fa perdere al cacao tutti i suoi valori antiossidanti!

Per cui acquistiamo solo cioccolato fondente almeno al 70%

(più è fondente meglio è). E concediamocene anche tutti i giorni una quantità preferibilmente non superiore a 10 gr. Facciamolo sciogliere in bocca e gustiamoci tutto il sapore e il beneficio che ne consegue!

Francesca Conti