mercoledì 28 Febbraio 2024
  • CIMBALI M2

Il caffè al centro del dialogo con Associazione maestri dell’espresso napoletano al Beautifull Coffee di Orta di Atella

Il curatore della Guida Camaleonte Mauro Illiano: “Il caffè negli ultimi anni subisce un costante sdoganamento dal suo ruolo di bevanda abitudinaria da consumare solo a colazione. Assistiamo ad una trasformazione spazio-temporale della bevanda che, grazie all’uso di qualità con minore tasso di caffeina, sempre più riesce a spingersi in fasce orarie pomeridiane e serali, e grazie a sistemi di estrazione alternativi, come quelle a freddo o bevande filtro, compare sempre    più di frequente in ristoranti ed avamposti gourmet"

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

ORTA DI ATELLA (Campania) – Il 10 luglio 2023 il Beautifull Coffee di Orta di Atella ha ospitato un dibattito di assoluto rilievo per il mondo della torrefazione e della micro torrefazioni campane. La giornata ha avuto ad oggetto il confronto tra operatori del settore caffeicolo sui nuovi trend di mercato e sulla possibilità di restituire al caffè un nuovo ruolo nel panorama della gastronomia.

Inoltre si è svolta anche l’assemblea generale del consiglio direttivo dell’associazione maestri dell’espresso napoletano, tante novità, rinnovato il consiglio direttivo con nomi di grandi esperti, Francesco Costanzo confermato presidente.

La San Marco Leva Luxury Multiboiler

Associazione maestri dell’espresso napoletano al Beautifull Coffee di Orta di Atella

L’evento, organizzato dall’Associazione maestri dell’espresso napoletano, ha visto la regia di Francesco Costanzo (presidente dell’Associazione maestri) e Domenico Barra (direttore Beautifull Cofffee).

Folta e qualificata, una platea formata da torrefattori, micro roasters, coffee trainers, traders, tecnici specializzati, produttori di attrezzature e baristi, ha arricchito un dibattito iniziato dal professor Michele Armano, che ha introdotto la crucialità del tema dell’analisi sensoriale nel mondo del caffè e moderato dall’avv. Mauro Illiano, che ha invece sottolineato la necessità di andare oltre il consumo abitudinario della tazzina di caffè.

Triestespresso

Interessantissimi spunti sono stati offerti dagli accostamenti gastronomici proposti dagli chef Dota e Colonna, che con preparazioni sia dolci che salate hanno letteralmente spianato la strada ad accostamenti nuovi ed accattivanti con caffè sia in espresso che il filtro, sapientemente preparati dalla dottoressa Mariafrancesca Natale di Napoli Coffee Experience.

Tanti i temi trattati durante il dibattito, primo di tutti l’oramai sdoganato ruolo del caffè nel mondo del food. Un caffè che è andato oramai oltre la sua fascia oraria mattutina ed oltre i soli confini della caffetteria come spiega il curatore della Guida Camaleonte Mauro Illiano: “Il caffè negli ultimi anni subisce un costante sdoganamento dal suo ruolo di bevanda abitudinaria da consumare solo a colazione. Assistiamo ad una trasformazione spazio-temporale della bevanda caffè, che grazie all’uso di qualità con minore tasso di caffeina sempre più riesce a spingersi in fasce orarie pomeridiane e serali, e grazie a sistemi di estrazione alternativi, come quelle a freddo o bevande filtro, compare    sempre    più    di    frequente    in    ristoranti    ed    avamposti    gourmet”.

Illiano continua: “È chiaramente una grande rivoluzione, che impone una seria riflessione all’abbandono della “regola dell’uno” di cui parlo da anni (all’interno delle caffetterie un solo brand, un solo sistema di estrazione, una sola referenza). Il caffè merita la sua carta, poiché ci dimostra anche oggi la sua incredibile versatilità in termini di possibilità di abbinamento al cibo”.

Anche Michele Armano si esprime in merito al nuovo ruolo del caffè: cambiare la visione ed il conseguente approccio, muoversi nella direzione della ricerca sì del prodotto, ma soprattutto degli studi sulla fisiologia che ben sposano il neuromarketing, obiettivo comune a tutti gli imprenditori che puntano allo sviluppo.

In uno, spostare il focus dalla materia prima al consumatore. Incrementare i consumi attraverso la sensibilizzazione del market, per sollecitare il B2C bisogna stimolare attraverso conoscenze scientifiche il B2B che diventerà vettore di informazioni riguardanti le caratteristiche del prodotto, gli aspetti nutrizionali, salutistici e di gusto. Il mercato del consumo del caffè è pronto a farsi orientare da aziende smart che lo guideranno ‘per mano’ al senso del cambiamento del ‘balsamo del cuore e dello spirito’ come affermava Giuseppe Verdi.

La manifestazione è stata anche l’occasione per l’Associazione di consegnare un riconoscimento ad alcune delle realtà imprenditoriali che si sono distinte nell’ultimo anno.

A tal proposito il presidente Costanzo è intervenuto: “L’Associazione ha come scopo principale quello di diffondere la cultura del caffè. Da sempre siamo parte attiva del processo di evoluzione della classe baristi e degli operatori tutti del settore caffè. Riconoscere le capacità di alcuni operatori di settore operanti nel nostro territorio diventa dunque l’opportunità di fissare degli standard qualitativi, dei modelli da seguire. Il mio auspicio è che la Campania del caffè possa nei prossimi anni proseguire nell’opera di costante aggiornamento professionale e ricoprire, come da sempre fa, un ruolo di assoluta comprimaria in questo meraviglioso mondo qual è il caffè”.

Nel corso dell’incontro, sono state inoltre annunciate le realtà premiate dall’Associazione maestri dell’espresso napoletano, che si sono distinte per l’eccellenza nella produzione. Tra le torrefazioni riconosciute si annoverano: Campana caffè, Caffè Sansone Microroastery, Caffè Diaz Microroastery, Caffè Iuliano, Caffè Costanzo microroastery, Caffè Kremoso, Caffè Saka, Tafuri caffè, Amoy caffè e Gioia Caffè.

Tra le realtà formative: Somac Arancio, Napoli Coffee Experience e Napoli Coffee School. Altri premi sono stati conferiti a: Nicola Bianco, La San Marco macchine da caffè, Ernesto Tarchi autore del libro Vendere caffè e general manager di Iuliano caffè, Michele Armano editorialista del Gambero rosso, Domenico Barra direttore del bar pasticceria Beautifull e Mariafrancesca Natale per il contributo dato all’Associazione

Il successo della manifestazione è sato sugellato dalle istituzioni, presenti nelle persone di Flavia Sorrentino (vice presidente Consigliere Comunale di Napoli) e Pasquale Pellino (Ass. Pol. Sociali Orta di Atella). Napoli dunque si muove e lo fa di gran carriera.

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Quamar
  • TME Cialdy Evo

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac