Home Analisi di mercato I dati Cic 3°...

I dati Cic 3° trim. ’17: crollano i consumi ma cresce l’export, frena l’import

Le statistiche aggiornate che il Comitato Italiano del Caffè ha fornito in esclusiva a Comunicaffè confermano la vitalità dell’esportazioni, ma evidenziano nel contempo un forte calo dei consumi apparenti di cui andranno valutati impatto e portata

MILANO – Cresce ancora l’export, frenano le importazioni, crollano i consumi apparenti. Questa la situazione fotografata dai dati trimestrali del Comitato Italiano del Caffè (Cic), che Comunicaffè è anche questa volta in grado di offrire in esclusiva ai propri lettori.

A fronte di un trend positivo delle esportazioni (6,82%), le statistiche evidenziano infatti, per i primi 9 mesi dell’anno solare trascorso, un calo dell’import (-3,59%) e una flessione addirittura in doppia cifra (-10,5%) dei consumi apparenti.

Sottolineiamo che si tratta di dati parziali, relativi ai primi tre trimestri. Prima di giungere a conclusioni affrettate sarà bene comunque attendere il raffronto con i dati definitivi di fine 2017. E verificare, nel corso di quest’anno, il confermarsi o meno di tale tendenza.

FRANKE
Triestespresso quadrato

Ma veniamo alle cifre

La prima tabella riassume l’andamento dell’import per tipologie e paesi di origine nel periodo gennaio-settembre 2017. L’Italia ha complessivamente importato, durante il periodo in esame, 6.838.392 sacchi di caffè verde non decaffeinato. Pur in calo del 3,1% rispetto al pari periodo 2016, detto volume è il secondo più elevato di sempre.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.