domenica 05 Febbraio 2023

Host 2017: offerta Gelato-Pastry molto più ricca per l’evento di fieramilano

Prevista una serie di attività per rendere più efficace la visita di gelatieri e pasticceri, affiancate da un’innovativa iniziativa di formazione per i futuri Maestri. Si moltiplicano le opportunità di far crescere il business con l’ibridazione, grazie alla macro-area dove il Gelato-Pastry dialoga con Caffè-Tea, Bar, Macchine per Caffè e Vending, completate da un intenso programma formativo e di eventi.

Da leggere

MILANO – Sono i Maestri gelatieri e pasticceri le vere stelle dei format televisivi e non dedicati al food?

Dati e tendenze rilevati da HostMilano – la manifestazione leader mondiale dell’equipment, coffee and food – dicono di sì.

E non solo perché sono sempre più spesso protagonisti degli show-cooking mediatici.

Una recente indagine svolta da Statista negli USA rivela che, quando mangiano fuori casa, per il 71% degli americani il dessert preferito è il gelato artigianale e il 40% cita espressamente il “gelato” (sic) italiano.

Un successo confermato dal primato del Made in Italy nelle macchine per gelato, che ha chiuso il 2016 con un fatturato stimato da ANIMA-Assofoodtec in 325 milioni di euro (+1,2%), del quale 245 milioni dalle esportazioni (+2,5%).

E nuove prospettive si aprono grazie a trend innovativi come l’home delivery, la consegna a domicilio grazie alle popolari app a cui anche le gelaterie e pasticcerie artigianali si associano in modo crescente, o il successo delle mini-porzioni che schiudono al gelato-pastry nuove occasioni di consumo.

La formula più efficace per i mercati di domani

Uno scenario sfidante in cui i Maestri devono essere sempre più anche imprenditori e manager, capaci di coniugare tecnologia e creatività, alta specializzazione e visione d’insieme sulle tendenze più aggiornate del food nel suo insieme.

Con antenne sempre puntate su quello che succede a livello internazionale, perché ormai gusti e tendenze sono fenomeni globali.

Ecco perché Host 2017 – a fieramilano dal 20 al 24 ottobre prossimi – è la risposta più efficace alle crescenti esigenze di professionalizzazione e costante aggiornamento di gelatieri e pasticceri: in un contesto altamente internazionale unico in Italia, la formula articolata in tre macro-aree valorizza la prossimità tra comparti in chiave di nuove opportunità di business, coniugando la specializzazione verticale con continui scambi e interazioni con i comparti affini.

In particolare, il Gelato-Pastry è riunito in un’unica macro-area sinergica con Caffe-Tea, Bar, Macchine per caffè e Vending.

Un concept il cui successo è nei numeri: a oggi sono 1.437 le aziende, delle quali il 41% estere, che hanno già confermato la loro presenza.

E sempre più globale è la platea dei Paesi espositori, che quest’anno vede quattro new entry: oltre a Bielorussia e Serbia e Liechtenstein dall’Europa, spiccano Egitto e Sudafrica dal mercato del futuro, l’Africa: secondo stime ONU nei prossimi anni il PIL del continente aumenterà a tassi superiori al 5% annuo mentre il fabbisogno di energia sta crescendo del 38%, indice di un forte incremento sia nelle attività industriali sia nei consumi.

La top ten dei Paesi più presenti vede invece sul podio la Germania con 86 aziende (+26%, erano 68 nello stesso periodo 2014) seguita da Spagna, Francia e USA e da un drappello di nazioni europee quali Regno Unito, Grecia, Svizzera, Paesi Bassi, Portogallo, Austria, Svezia.

Ma, con un eclatante +47% a crescere di più sono gli Stati Uniti, presenti con 44 aziende (contro 30 nello stesso periodo 2014) di cui 9 alla prima esperienza. Anche grazie all’accordo con il Commercial Service dello US Department of Commerce, che conferma la sua certificazione ufficiale, il trend è costante nelle ultime edizioni.

Pasticceri e gelatieri, con gli chef le nuove stelle del food

Con l’ibridazione tra diversi format, agli attori della filiera si richiede di diventare esperti selettori di materie prime di qualità, mixologi di tradizioni culinarie diverse e “archeologi” dei sapori storici dei territori.

Un’autorevolezza che il consumatore riconosce da tempo agli chef e che oggi attribuisce sempre più anche a maestri pasticceri e gelatieri, tre figure che tendono a sovrapporsi e a volte fondersi.

E proprio a queste categorie Host 2017 dedicherà una speciale attenzione, non solo con una serie di attività per renderne più efficace la visita, ma anche tramite un innovativo programma di formazione, Obiettivo Apprendistato: con questo programma HostMilano, insieme con APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani, si pone l’obiettivo di facilitare agli aspiranti chef e maestri di domani, ragazze e ragazzi che frequentano gli istituti alberghieri, un ingresso più qualificato nel mondo del lavoro attraverso un percorso professionalizzante che vedrà coinvolti 100 istituti per almeno 1.000 diplomandi, selezionando i più talentuosi giovani per assegnare stage nelle cucine più prestigiose.

Tra le opportunità di ibridazione della macro-area spicca il settore del caffè, che a HostMilano è accolto nel Sic – Salone Internazionale del Caffè, da 24 edizioni il riferimento per l’intera filiera, dal produttore al distributore di caffè verde al torrefattore, alle aziende di macchine per caffè, presentando innovazione e formazione di alto livello.

Assicurata dalle associazioni coinvolte: Altoga e Fipe, International Hub for Coffee Research and Innovation, Scae e Wce.

Ma anche dagli espositori, che vanno dalle grandi aziende ai piccoli torrefattori del mondo specialty.

Una risorsa preziosa per i baristi che stanno vivendo la crisi del locale generalista e vedono come qualità, innovazione, specializzazione siano le chiavi per affrontare le sfide poste dal consumatore evoluto del terzo millennio.

Tra campionati, corsi e show-cooking, l’evento è servito

I visitatori professionali, che nel 2015 sono stati 150.968 da 172 Paesi, non troveranno solo business ma tantissimi momenti di formazione ed eventi di alto profilo.

Tra questi risaltano le finali dei campionati mondiali Cake Designers World Championship e World Trophy of Pastry, Ice Cream and Chocolate in collaborazione con FIPGC – Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria.

Nella ristorazione, CHIC – Charming Italian Chef parlerà di sostenibilità nella ristorazione in tutte le fasi della sua filiera.

Ritorna Identità Future, in collaborazione con Identità Golose e, infine, si svolgerà il Campionato Europeo della Pizza, organizzato da Pizza e Pasta Italiana.

Tornano infine anche nel 2017 i due concorsi organizzati in collaborazione con POLI.design – Consorzio del Politecnico di Milano: SmartLabel, l’ambito riconoscimento assegnato ai prodotti che si segnalano per la carica innovativa nell’ambito dell’ospitalità professionale; e HOSThinking, a design award, giunto alla terza edizione.

Intitolato 10 Designer per 100 Prodotti, vedrà questa volta i giovani progettisti e designer selezionati sviluppare il proprio progetto ‘live’ durante i giorni di svolgimento della fiera. Nella progettazione entreranno 10 prodotti scelti tra quelli più innovativi presentati negli stand.

HostMilano è dunque un punto d’osservazione ideale da cui scoprire i nuovi trend del food, dell’ospitalità e del retail.

Un mondo che si esprime nel suo momento più relazionale nei padiglioni di fieramilano ogni due anni, ma continua a vivere e aggiornarsi durante i due anni preparatori, grazie ad eventi ad hoc, nel web e nei social, in un costante dialogo tra operatori.

Tutte le novità su HostMilano si trovano su www.host.fieramilano.it e nei canali social: Facebook, Twitter  e Instagram.

Ultime Notizie