Home Caffè Arabica COLOMBIA – Ex...

COLOMBIA – Export di caffè speciali supera in meno di 10 mesi il milione di sacchi

usda Caolombia simbolo Juan Valdez
Il marchio di Jaun Valdez

BOGOTÁ – Dati da record per l’export colombiano di caffè speciali di Fedecafé, che ha superato già a metà ottobre la soglia del milione di sacchi.

Il traguardo storico è stato annunciato dal direttore generale della Federazione Luis Genaro Muñoz Ortega durante la cerimonia di apertura della sesta edizione di ExpoEspeciales de Colombia 2013, rassegna specializzata di riferimento per l’intera filiera del caffè di qualità dell’America latina, che si è svolta presso il centro fieristico Corferias di Bogotá da mercoledì a sabato scorso.

Nell’ambito dell’evento si sono tenuti anche due seminari dedicati, rispettivamente, all’universo della sostenibilità e alle strategie di lotta fitosanitaria integrata contro la ruggine del caffè.

In quest’ultimo seminario, gli esperti colombiani hanno condiviso con i loro colleghi del resto dell’America latina le esperienze già maturate nell’efficace gestione di questa grave malattia crittogamica, che sta attualmente imperversando in Messico, America centrale e Perù.

Expoespeciales1

Fedecafé punta a esportare entro la fine dell’anno un totale di 1,2 milioni di sacchi di caffè speciali battendo il precedente primato di 1,03 milioni stabilito nell’anno solare 2011.

L’obiettivo per il 2014 è quello di “doppiare” il dato del 2006, anno in cui l’export di caffè speciali fu di 670mila sacchi.

Alle quantità esportate vanno inoltre aggiunti i volumi sempre più consistenti commercializzati sul mercato interno.

Grazie ai numerosi programmi varati in questi anni e al contributo dei servizi di assistenza tecnica della Federazione, il numero di produttori che coltivano il loro caffè applicando un protocollo di sostenibilità o uno standard di certificazione è più che raddoppiato dal 2008 a oggi, superando quest’anno le 162mila unità (su un totale di circa mezzo milione di produttori).

A ciò corrisponde una superficie totale di 422mila ettari (pari a circa il 44% delle aree coltivate a caffè), contro i 365mila circa dell’anno scorso.