Fissiamo Coffee Designers 1895 by Lavazza: dentro la 4ª onda con il video di CoffeeandLucas

Il fotografo: "Visitare la Factory di 1895 by Lavazza è stata un'esperienza molto stimolante. Ritengo importante, così come lo è dai tempi di Coffees - Italians do it better(?), l'avvicinamento di brand di levatura internazionale al concetto, alla qualità e al gusto degli specialty coffee. Proprio per questo mi sono approcciato alla visita a Settimo Torinese in modo assolutamente non ideologico."

SETTIMO TORINESE (Torino) – Ne abbiamo parlato molto, esplorandone tutti gli aspetti visivi, gustativi e progettuali: la novità della quarta onda portata avanti con il Coffee Designers 1895 by Lavazza è un universo complesso che è difficile da riassumere nelle parole. Per questo, a supporto del nostro racconto, aggiungiamo un ulteriore tassello visivo per far corrispondere alle descrizioni testuali delle immagini dirette. Condividiamo con i lettori il video girato in loco da Federico Pezzetta, CoffeeandLucas, che ha ripreso gli spazi della Factory e ha vissuto in prima persona l’esperienza specialty di Lavazza. Un appuntamento con una grande azienda che questo instancabile comunicatore del caffè di qualità non poteva certo mancare e che, per l’appunto, non ha fatto passare inosservato.

Coffee Designers 1895 attraverso l’obiettivo di CoffeeandLucas

Videocamera accesa e tanta voglia di sperimentare questo nuovo sogno Lavazza: tra i macchinari in funzione, l’atmosfera da fabbrica che sfuma velocemente a quella museale, sino ad arrivare al momento della degustazione. Ecco il viaggio sensoriale offerto dall’azienda torinese.

Il caffè sfreccia dentro i tubi, impacchettato e servito agli ospiti. L’unica cosa che manca a questo reportage, è poter sentire al palato le preziose origini.

In prima linea con Federico Pezzetta

Il quale commenta il suo incontro con l’universo parallelo dello specialty Lavazza: “Visitare la Factory di 1895 by Lavazza è stata un’esperienza molto stimolante. Ritengo importante, così come lo è dai tempi di Coffees – Italians do it better(?), l’avvicinamento di brand di levatura internazionale al concetto, alla qualità e al gusto degli specialty coffee. Proprio per questo mi sono approcciato alla visita a Settimo Torinese in modo assolutamente non ideologico.

Avevo delle aspettative (e anche delle speranze) e devo dire che sono rimasto positivamente colpito. Al di là della visita dello spazio, bello, nuovo e all’avanguardia l’elemento per me più interessante è stato poi proprio l’assaggio di una parte della gamma di prodotti 1895 by Lavazza. Ho provato quindi (con un’interessante proposta di food pairing di Federico Zanasi, chef 1 stella michelin del ristorante Condividere) 3 espressi: Cocoa Rebel, il più “classico”, dolce con un’acidità bassa e note di miele e cioccolato, Encantado una singola origine 100% arabica castillo dalla Colombia (Finca El Paraiso), molto fruttato con spiccate note di lampone e infine Opera Prima, singola origine dello Yemen, un espresso complesso, con un’acidità media e un buon after taste.

@romediastudio Tutto pronto alla degustazione.
Tutto pronto alla degustazione.
@romediastudio @CoffeeandLucas

Infine alla vista del Kenya Kilele tostato per filtro ho immediatamente chiesto al team di 1895 la possibilità di prepararlo io stesso in filtro. Alla loro risposta positiva mi sono cimentato nell’estrazione di questo caffè con metodo Chemex, caffè che poi ho assaggiato potendo riscontrare con piacere un filtrato buono, con amarezza quasi assente e spiccate note di scorza d’arancia. Per me, grande estimatore di caffè filtro questa è stata una delle sorprese più positive.

La parte più sfidante del progetto Coffee Designers 1895 arriva proprio adesso

Dentro la Factory @romediastudio
Dentro la Factory
@romediastudio@CoffeeandLucas

Ha tutte le basi per essere un progetto “vincente”. La differenza la farà il modo in cui riusciranno a comunicarlo ai propri clienti (a quelli vecchi e a quelli potenzialmente nuovi), la supervisione del team (selezione del caffè, controllo qualità, formazione dei trainer presso i punti vendita) e quanto 1895 dimostrerà di credere veramente a questo progetto. Se l’asticella della qualità dei caffè rimarrà sul livello di quello che ho potuto assaggiare durante la mia visita a Settimo Torinese, le prospettive di sviluppo saranno più che buone. Altro fattore da non sottovalutare sarà la freschezza del caffè che verrà consegnato.

Insomma finalmente qualcosa nel “bright side” sembra muoversi anche in Italia in ambito mainstream.”

Il video per entrare nella Factory