Home Studio Cambiamento c...

Cambiamento climatico in Colombia: ecco come influirà sulla produzione di caffè

Colombia cambiamento climatico
Un'immagine dei coltivatori di caffè colombiani

MILANO – Quanto inciderà il cambiamento climatico sulla produzione di caffè? La risposta è: dipende. Le alterazioni climatiche non avranno ovunque lo stesso impatto. Gli effetti potrebbero essere molto diversi, anche in aree relativamente vicine. Lo dimostra un recente studio dell’Università dell’Illinois, che ha analizzato i possibili effetti del climate change sulla produzione della Colombia, paese per eccellenza della diversità caffearia, con centinaia di microclimi e stagioni di raccolto differenziate da zona a zona.

Colombia che – lo ricordiamo – ha un ruolo marginale nelle nostre forniture contribuendo essa per appena il 3% alle importazioni italiane.

“In Colombia, il caffè viene coltivato a varie altitudini e l’impatto del clima sarà probabilmente diverso nelle regioni a più bassa quota rispetto a quelle a quota più alta” osserva Sandy Dall’Erba, professore del Dipartimento di agricoltura ed economia dei consumi presso l’ateneo americano.

Sino a oggi, le ricerche in materia hanno preso in considerazione interi paesi o tutt’al più un numero limitato di aree all’interno di ciascun paese.

Questo studio analizza invece la situazione in ciascuno dei 521 comuni colombiani in cui si coltiva il caffè, attraverso dati raccolti tra il 2007 e il 2013.

Scopo: elaborare dei modelli climatici atti a formulare degli scenari validi dal 2042 al 2061. Le informazioni dettagliate che sono state così raccolte hanno rivelato realtà molto diverse da area ad area.

“La Colombia non subirà una riduzione generalizzata della produttività” sostiene Federico Ceballos-Sierra, autore principale dello studio.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.