Home Cultura Caffè Al Bice...

Caffè Al Bicerin: lo storico locale torinese festeggia il suo 255° compleanno

L'esterno della caffetteria Al Bicerin di Torino

TORINO – Uno dei locali simbolo della vecchia Torino taglia un nuovo traguardo prestigioso: il Caffè Al Bicerin – storico esercizio situato nel centro della città, di fronte alla Chiesa della Consolata – festeggia infatti i 255 anni di attività.

Una ricorrenza storica per la celebre caffetteria della città della Mole, che deve il suo nome al “bicerin”. Ossia, la tipica bevanda torinese fatta con cioccolata, caffè e crema di latte e servita in piccoli bicchieri senza manico.

Tra i suoi frequentatori, un’intera galleria di personaggi celebri del passato. Da Camillo Benso Conte di Cavour a Silvio Pellico; da Giacomo Puccini a Friedrich Nietzsche; senza dimenticare Wanda Osiris, Italo Calvino, la regina Maria José e Umberto II.

FOODNESS
CARTE DOZIO

Senza dimenticare l’utilizzo come location in varie produzioni cinematografiche. E le citazioni letterarie: in particolare nel romanzo “Cimitero a Praga” di Umberto Eco, che ha ambientato alcuni passi della vicenda proprio al Bicerin.

La storia

Al Bicerin nasce nel 1763 quando Giuseppe Dentis aprì la sua piccola bottega di fronte all’ingresso del Santuario della Consolata.

La grande cura dei dettagli del locale è frutto della gestione ultratrentennale di Maritè Costa, scomparsa prematuramente nel 2015, che si occupò anche di avviare un’importante opera di restauro delle strutture e degli arredi originali.

Inizialmente, nel Settecento, il Caffè Al Bicerin era arredato con semplici tavole e panche in legno.

Nei primi anni dell’Ottocento il locale abbandonò la sua semplicità. Le pareti interne furono arricchite con boiseries di legno decorate con specchi e i tavoli furono sostituiti da otto tavolini di marmo, che ancora oggi imperano nel locale.

Attualmente il Caffè Al Bicerin è gestito dalla famiglia di Maritè Costa.

Miglior bar d’Italia nel 2000

Negli anni, il locale è stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti tra cui il Diploma d’onore dei Caffè storici Europei nel 2004. Il Caffè Al Bicerin vanta anche il prestigioso premio del Gambero Rosso, in quanto, nel 2001, nella prima edizione della Guida ai Bar, il Gambero Rosso nominò il Caffè Al Bicerin come Miglior bar d’Italia del 2000.

Più di recente, nel 2013, Maritè Costa è stata insignita del Premio Bogianen, il riconoscimento con cui il centro della Camera di Commercio “Torino Incontra” premia i piemontesi che si sono distinti nella vita o nella carriera lavorativa.