Home Organizzazioni Sca Yannis Aposto...

Yannis Apostoulopulos è il nuovo direttore esecutivo Sca: il commento di Cristina Caroli

Il nuovo Direttore esecutivo Sca Yannis Apostoulopulos
Il nuovo Direttore esecutivo Sca Yannis Apostoulopulos

MILANO – In contemporanea da Londra e da Santa Ana presso Los Angeles in California è arrivato ieri sera il comunicato che indica in Yannis Apostoulopulos il nuovo direttore esecutivo di Sca, la Specialty Coffee Association. Che è l’organizzazione su scala mondiale risultato dell’unificazione tra SCAA e SCAE. Il suo predecessore, lo statunitense Ric Rhinehart diventa direttore emerito. Da oggi seguirà un nuovo ambizioso progetto.

Il testo integrale del comunicato che annuncia le novità ai vertici di Sca lo trovate su Comunicaffè International al link www.comunicaffe.com/sca-appoints-apostolopoulos-new-executive-director/

Su una notizia di questa rilevanza, che avrà di sicuro ripercussioni su tutto il movimento specialty, a cominicare dall’Italia, abbiamo raggiunto la Coordinatrice di Sca Italy Cristina Caroli. Che ci ha rilasciato un commento interessante perché proiettato sul futuro dell’Associazione sia nel nostro Paese sia nel mondo.

CARTE DOZIO
HOST

Abbiamo chiesto a Cristina Caroli, Coordinatrice SCA ITALY, un commento a caldo sul comunicato divulgato dalla Associazione con Sede in Santa Ana (California), e di spiegarci il significato degli avvicendamenti al vertice e quali saranno i ruoli che rivestiranno le due principali cariche della unificata SCA.

Un nuovo importante tasselllo per la Specialty coffee association

Il comitato Sca Italy al gran completo: al centro c'è il nuovo Direttore esecutivo Sca Yannis Apostoulopulos. Da sinistra Davide Cobelli, responsabile educational, Antonella Cutrona, responsabile eventi, Yannis Apostoulopulos. La coordinatrice nazionale Cristina Caroli e Filippo Vidiz, media
Il nuovo Direttore esecutivo Sca Yannis Apostoulopulos in una visita ai vertici del comitato Sca Italy. Da sinistra Davide Cobelli, coordinatore della formazione, Antonella Cutrona, responsabile eventi, Yannis Apostoulopulos. La coordinatrice nazionale Cristina Caroli e Filippo Vidiz, communication manager

“Dopo la nomina del nuovo Board, – ci spiega Caroli – ecco un nuovo importante tassello per la Associazione: Yannis Apostoulopulous assume il ruolo di Direttore esecutivo Sca, avvicendandosi con Ric Rhinehart che invece assume il ruolo di Direttore emerito Sca.

Apostoulopulous – sottolinea Caroli – conosce bene l’Italia ed è noto nel nostro Paese grazie alla sua presenza a riunioni del Chapter Italia. Come ad esempio quella svoltasi a Milano nel maggio 2018. Durante la quale ha personalmente affrontato, con i Soci presenti, i temi del post unificazione e le problematiche derivanti da essa. Sempre con grande disponibilità, apertura al dialogo e a critiche costruttive. L’ Italia è peraltro uno dei maggiori Chapter al mondo e l’attenzione del nuovo Direttore Generale è da tempo puntata su questa importante nazione dello scacchiere Specialty.”

“I due principali dirigenti della Associazione -prosegue Caroli – avranno due differenti e strategiche mission:

APOSTOULOPULOS sarà a capo dell’esecutivo e guiderà il team coordinando la progettualità e individuando obiettivi critici per la attività della Associazione che, a seguito della unificazione, ha importanti traguardi da conseguire, una organizzazione da consolidare e ottimizzare strategicamente.

Rich Rhinehart
Rich Rhinehart

RHINEHART si occuperà di un progetto molto ambizioso e importante: la SCA’s Coffee Price Crisis Response. Un progetto che nasce dalla ragione stessa di esistere di SCA. E che è di importanza fondamentale per preservarne e arricchirne la mission a livello globale.

Ecco di cosa si tratta.

Aggiunge Caroli: “Uno dei valori fondanti più importanti della SCA è preservare e aumentare il valore della “Coffee Chain” la catena di qualità e fiduciarie che è alla base stessa del concetto di Specialty. Nella quale ogni singolo passaggio conferisce valore aggiunto e deve culminare con una tazzina di eccellenza. Una vera esperienza sensoriale, per la quale il cliente sia disposto a pagare di più. Per una qualità percepita ed economia a cascata fino al produttore.”

LO SPECIALTY NON PUO’ VENIRE A PATTI CON APPIATTIMENTI COMMERCIALI E CON MERCATI NON RISPETTOSI DEL FUTURO E BENESSERE DI CHI PRODUCE

Caroli prosegue ribadendo fermamente che “Occorre evitare in qualunque modo l’appiattimento economico del mondo Specialty. O manovre atte a non riconoscere valore. E quindi sottopagare chi produce, appiattire il livello qualitativo e svuotare il concetto Specialty. Concetto che è di valore e di profondo rispetto per il prodotto e per tutti coloro che trovano in esso un mezzo di sostentamento, riscossa sociale, e migliore prospettiva di vita.

Auspico il massimo appoggio alla iniziativa “Coffee Price Crisis”. Che affronta la problematica dei prezzi dei caffè all’origine con un vero e proprio progetto. Che prevede ingenti raccolte di fondi e un pool di esperti per preservare il valore della Coffee Chain, mantenendola equa, sostenibile e di elevata qualità per l’intera catena del valore.”

Ad entrambi i Direttori vanno le nostre felicitazioni e l’augurio di buon lavoro.

Cristina Caroli
National Coordinator
SCA Italy
coordinator@scaitaly.coffee