Home Analisi di mercato Volano i prez...

Volano i prezzi a novembre, colombiani e altri dolci ai massimi dal 2017

export mondiale
Il logo dell'Ico

MILANO – Volano i prezzi del caffè a novembre movimentando un mercato sostanzialmente fermo dalla scorsa estate. Le cifre del report Ico evidenziano l’impennata della media mensile dell’indicatore composto, ai massimi degli ultimi 12 mesi. La media mensile si rivaluta del 10,1% attestandosi a 107,23 centesimi: il valore massimo dall’inizio dell’anno.

E torna sopra la soglia del dollaro per libbra da cui mancava dallo scorso mese di luglio. Per trovare un valore più elevato dell’indicatore dobbiamo risalire nel tempo esattamente a un anno fa – novembre 2018 – quando la media mensile è stata di 109,59 centesimi.

La media giornaliera dell’indicatore è passata da un minimo di 102,63 centesimi il giorno 4 a un massimo di 111,86 il giorno 25 novembre. In questo primo scorcio di dicembre è stato raggiunto un nuovo massimo di 114,48 centesimi martedì scorso.

A trascinare i prezzi al rialzo sono stati soprattutto gli arabica. Gli indicatori di colombiani dolci e altri dolci si rivalutano infatti del 10,6% e dell’11% risalendo rispettivamente a 146,12 e 140,98 centesimi; entrambi ai massimi da settembre 2017.

I brasiliani naturali crescono del 12,1% e sfiorano la soglia dei 110 centesimi, superata per l’ultima volta un anno fa.

L’indicatore dei robusta risale a 73,28 centesimi (+6,8%), ai massimi da giugno. New York e Londra (media della seconda e della terza posizione) si rivalutano a loro volta del 10,6% e dell’8%.

Intanto, l’export mondiale segna il passo: -13,4% a ottobre, per un volume di 8,91 milioni di sacchi. È il livello minimo da settembre 2017.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.