lunedì 28 Novembre 2022

In vista della Pasqua, Venchi ha riaperto dal 3 aprile gli store rientranti dal Decreto

L’azienda aveva scelto di chiudere per la sicurezza dei dipendenti, ma ora - come ha spiegato l'amministratore delegato Daniele Ferrero - sono loro stessi ad aver chiesto di poter tornare al lavoro, ovviamente rispettando tutte le norme di sicurezza. Il rientro avverrà su base volontaria.

Da leggere

MILANO – Per Venchi è stato impossibile rimanere sordi al richiamo annuale della Pasqua: le uova di cioccolato del marchio saranno quindi acquistabili anche in tutti gli store che per norma rientrano nella categoria Ateco che può restare aperta anche in un contesto di generale lockdown. Così che gli affezionati al brand che solitamente celebravano questa festa con un uovo di cioccolato firmato Venchi, possano rinnovare nonostante tutto la tradizione pasquale. Leggiamo i dettagli dal sito primapress.it.

Venchi non salta la Pasqua 2020

Restare in casa, rinunciando obbligatoriamente al fuoriporta di Pasquetta ma non certo all’uovo di Pasqua di cioccolato per celebrare anche laicamente la resurrezione di un Paese. Un rito che non poteva tener fuori Venchi. La fabbrica di cioccolato nata a Torino nel 1878 che ha deciso di riaprire da oggi 3 aprile una parte dei suoi negozi quelli che hanno il codice Ateco che consente l’attività come categoria alimentari anche in lockdown.

Si aprirà, dunque, a Bologna, Firenze, Milano, Padova, Roma, Siena, Venezia e Vicenza

Dove però viene esclusa la somministrazione di gelati. L’azienda aveva scelto di chiudere per la sicurezza dei dipendenti ma ora come ha spiegato lo stesso amministratore delegato Daniele Ferrero, sono loro stessi ad aver chiesto di poter tornare al lavoro, ovviamente rispettando tutte le norme di sicurezza. Il personale tornerà al lavoro su base volontaria.

Ultime Notizie