giovedì 20 Gennaio 2022

Nestlé e Starbucks portano i Ready to Drink in Sud Est Asiatico, Oceania e Latam

Le due imprese si concentreranno inizialmente sui prodotti RTD più popolari, come l'iconico Frappuccino e il Doubleshot. I prodotti saranno distribuiti su un'ampia scelta di canali, comprese le piattaforme online

Da leggere

VEVEY – Le bevande Ready to Drink (RTD) fanno il giro del mondo grazie all’alleanza dells celebre catena di caffè americano di Seattle, Starbucks e il gigante svizzero Nestlé, che intendono espandere questa categoria di prodotti in altre zone del pianeta: occhi puntati verso il Sud Est Asiatico, l’Oceania e l’America Latina. La notizia è stata diffusa in una nota stampa su nestle.com.

Nestlé e Starbucks strette in una nuova collaborazione

Obiettivo, quello di portare le bevande al caffè Starbucks Ready-to-Drink (RTD) in mercati selezionati del sud-est asiatico, dell’Oceania e dell’America Latina. Le aziende lavoreranno per portare rapidamente queste bevande al caffè ai consumatori di queste aree a partire dal 2022.

Si legge nella nota stampa: “La nostra partnership con Starbucks ha confermato la posizione di leader di Nestlé nel business globale del caffè”, ha affermato David Rennie, Head of Nestlé Coffee Brands.

Le vendite del 2020 dei prodotti Starbucks hanno raggiunto i 2,5 miliardi di euro (2,7 miliardi di franchi svizzeri), una crescita organica a due cifre rispetto al 2019. “Con i nostri piani di espansione nel caffè RTD, Nestlé continuerà a rafforzare la sua leadership globale nel caffè e beneficerà di nuove opportunità di crescita in un segmento che si sta sviluppando rapidamente e che attrae consumatori nuovi e più giovani.”

Le due imprese si concentreranno inizialmente sui prodotti RTD più popolari, come l’iconico Frappuccino e il Doubleshot. I prodotti saranno distribuiti su un’ampia scelta di canali, comprese le piattaforme online e sono realizzati con il 100% dei migliori chicchi di Arabica provenienti dalle principali regioni di caffè del mondo.

Per leggere l’articolo completo, sull’edizione inglese a questo link.

Ultime Notizie