domenica 03 Luglio 2022

Per l’Eurovision, la torta dedicata ad Alessandro Cattelan

Florencia Carrica: "Ho preparato una torta con base sponge (tipo pan di spagna) al cioccolato e con all’interno una crema Oreo. All’esterno è stata decorata con una foto in cui lui era tra i personaggi di Friends ed è venuta molto carina."

Da leggere

TORINO – Florencia Carrica, la titolare della pasticceria Roses & Tea di Torino ha ideato la torta di compleanno per uno dei conduttori dell’Eurovision Song Contest, Alessandro Cattelan. La torta per i 42 anni di età di Cattelan è stata ispirata dalla serie televisiva Friends. Riportiamo di seguito l’intervista a Florencia Carrica di Sarah Scaparone per il quotidiano La Repubblica.

La torta di Roses & Tea per Alessandro Cattelan

TORINO – È un vulcano di idee e di energia Florencia Carrica, la titolare della pasticceria Roses & Tea di Torino che ha preparato la torta di compleanno per Alessandro Cattelan, conduttore dell’Eurovision Song Contest insieme a Laura Pausini e Mika. Il conduttore televisivo ha infatti festeggiato sotto la Mole i suoi 42 anni con una torta ordinata da Laura Pausini in questa piccola boutique del gusto che Florencia Carrica ha aperto nel 2019 insieme al marito Alessandro Giarolo in via San Dalmazzo 7.

Argentina di Buenos Aires, classe 1988, Carrica è appassionata di dolci ed è una persona attenta ai dettagli e ai particolari: caratteristiche capaci di fare la differenza anche in questo lavoro.

Che torta ha preparato per Cattelan?

“Una torta con base sponge (tipo pan di spagna) al cioccolato e con all’interno una crema Oreo. All’esterno è stata decorata con una foto in cui lui era tra i personaggi di Friends ed è venuta molto carina.”

“L’ordine è arrivato dall’assistente di Laura Pausini che ne aveva ordinata una alcuni giorni prima per la cantante: in quel caso si trattava di una Red Velvet con base spugna, cioccolato colorato di rosso e crema al formaggio.”

“L’Eurovision ci ha portato questa bella occasione e sono felice che Torino abbia ospitato un evento come questo, interessante da un punto di vista turistico, ma anche per quanto riguarda l’arricchimento culturale che persone straniere possono sempre portare in giro per il mondo”.

Non è la prima volta però che realizza torte per personaggi dello star system.

“Sì è vero. Ci è capitato di preparare dolci per giocatori del Torino come Armando Izzo e Andrea Belotti, ma anche della Juventus come Paulo Dybala o Álvaro Morata. Lavoriamo a 360° organizzando anche eventi e feste private nel negozio o al di fuori realizzando corner dolci a tema”.

Lei non è pasticcera però.

“No, ho solo una grande passione per questo mondo. Ho studiato comunicazione e pubbliche relazioni, sono event planner, ma in Argentina lavoravo come impiegata nel settore del turismo.”

“Volevo in realtà aprire un locale come questo a Buenos Aires, ma poi durante una vacanza in Spagna ho conosciuto mio marito che è piemontese e la vita mi ha portato qui. In pasticceria con noi lavorano due ragazze bravissime che sono qui tutte le mattine alle 7 per preparare i nostri dolci, sempre freschi: Maria Tamburano e Martina Romito”.

Di quante persone è composto il suo staff?

“Dipende dalle stagioni e dagli eventi, ma nei periodi più intensi arriviamo anche a una decina di persone. Siamo tutti giovani intorno ai trent’anni”.

Non è un caso il suo arrivo in Piemonte…

“No, potrebbe non esserlo in effetti. Da parte di mia mamma ho una nonna spagnola e un nonno italiano di Alessandria: in qualche modo forse ho sentito il richiamo delle radici”.

La passione per i dolci da dove arriva?

“È innata, ce l’ho sempre avuta sin da bambina: quando ero piccola andai a Londra per la prima volta e pensai che un giorno avrei aperto una sala da tè che avesse proprio questa atmosfera: un posto magico, ricco di energia in cui le persone possono sentirsi a loro agio e stare bene”.

Che proposta c’è da Roses & Tea?

“Intanto mi piace dire che sono appassionata di tè: ho seguito numerosi corsi e qui abbiamo un’ottantina di proposte che provengono da tutto il mondo (anche dall’Argentina) e con cui realizziamo diverse miscele come quelle con papaya, petali di rosa o con cannella e spezie differenti. Qui si viene per la colazione, il brunch, il pranzo o per gustare l’afternoon tea”.

Le torte hanno ricette di tutto il mondo?

“Sì, non siamo una classica pasticceria torinese e le persone, soprattutto all’inizio, ci hanno guardato con scetticismo, ma poi le abbiamo conquistate.”

“Da noi si trovano dolci argentini, francesi, americani come la Torta Brownie con dulce de leche e crema al latte, la New York Cheesecake con frutti di bosco e diverse farciture o ancora i Macaron francesi e le Sponge cake con vaniglia e frutta. Tutte le nostre torte, però, non prevedono mai l’utilizzo della panna: usiamo solo crema al latte”.

Ultime Notizie