Home Analisi di mercato Retrospettiva...

Retrospettiva: ecco come è cambiato il mercato del caffè nel decennio appena trascorso

esportazione
L'export italiano di caffè tocca nuovi livelli record

MILANO – Come è cambiato nel decennio trascorso il mercato del caffè? I dati dell’archivio statistico di Comunicaffè ci vengono in aiuto fornendoci alcuni interessanti spunti di riflessione. Proviamo dunque a fare una breve panoramica sugli anni dieci, senza la pretesa di essere esaustivi. Nell’intento soprattutto di mettere a fuoco alcuni importanti cambiamenti intervenuti nei commerci di questa importante soft commodity.

La produzione è cresciuta di oltre il 30%

Cominciamo con la produzione mondiale, che è passata dai 128 milioni del 2009/10 ai 167,4 stimati dall’Ico per il 2019/20, peraltro in calo dello 0,9% rispetto ai 169 milioni del 2018/19: un incremento del 30,8%.

Consumi vicini ai 168 milioni di sacchi

I consumi passano dai circa 130 milioni dell’anno solare 2009 ai 167,9 previsti dall’organizzazione londinese per l’annata caffearia in corso.

I consumi dei paesi produttori erano pari a poco meno di 40,2 milioni alla fine del decennio trascorso, mentre sono stimati per l’annata caffearia corrente in 51 milioni circa.

Nel decennio, l’export mondiale è aumentato di oltre un terzo

L’export mondiale cresce del 34,6% passando dai 96,2 milioni del 2009 ai 129,56 milioni risultanti dalle statistiche Ico sugli ultimi 12 mesi disponibili (novembre 2018 – ottobre 2019) nel momento in cui stiamo scrivendo.

E i prezzi?

La media mensile dell’indicatore composto Ico, cartina di tornasole dei prezzi del caffè, era a dicembre 2009 a 124,96 centesimi, contro i 117,67 centesimi di dicembre 2019.

L’indicatore ha toccato un picco di 231,24 centesimi ad aprile 2011, a fronte di una perdurante carenza di arabica di alta qualità dalle origini latino americane, ma anche della crescente domanda di caffè nei nuovi mercati.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.