CIMBALI M2
mercoledì 17 Luglio 2024
CIMBALI M2

Novità: il carretto dei gelati diventa a impatto zero

Motore e cella frigo alimentata ad energia pulita: è la sfida di una azienda casalese specializzata nello street food, riportando in auge il comparto del freddo del Monferrato.

Da leggere

TME Cialdy Evo
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

ALESSANDRIA – Torna il fascino del carrettino itinerante, spinto a pedali o a motore, sula scorta del boom dello street food in generale, le cui fiere dedicate stanno spopolando anche in provincia di Alessandria.

Gelato rigorosamente artigianale sulla cui qualità non si discute, ovviamente, servito pescando dai pozzetti refrigerati, come una volta.

Capita sempre più spesso di vedere i carretti con tanto di ombrellone agli angoli delle piazze, nelle fiere e nei mercati, magari con l’omino in camice bianco.

La qualità dei gusti viene preservata grazie a quelle celle frigo itineranti, nuovo business di Casale Monferrato, capitale non solo del Monferrato, ma anche (una volta) del “freddo”.

Da qui sono nati i camion frigo, ma da qui vengono prodotti pure i carrettini dei gelatai. Una nuova e dinamica società nata nel 2013 si è già distinta in questo settore, esportando in tutto il Mondo lo stile italiano e la tecnologia casalese.

AL.va ssrl, azienda casalese fondata da Miriam Manassero, recentemente è stata premiata alla prima edizione del Contest “The Best …for us” del Comitato Regionale Piccola Industria di Confindustria Piemonte.

L’azienda ha abbinato idee innovative (i carrettini sono coperti da quattro brevetti), all’attenzione per l’ambiente: i mezzi ideati e prodotti nel Monferrato sono alimentati ad energia elettrica. Si muovono e mantengono il freddo in modo “sostenibile”, insomma.

“Sarebbe stato più semplice e redditizio montare dei motori a scoppio”, spiega Manassero, “ma abbiamo coraggiosamente optato per una scelta ecologica”.

Venduti 50 pezzi

In pochi anni sono stati venduti una cinquantina di “pezzi” che sostano ovunque, ad Alessandria come in Norvegia (e non solo). Il carretto dei gelati ad impatto zero piace, quindi: “Il nostro frigorifero si ricarica in sole sei ore e hai un’autonomia di oltre 16 ore. Utilizziamo una nuova tecnologia che permette di impostare la temperatura del frigo e di mantenerla a lungo. Inoltre il nostro sistema è molto leggero. Con lo street food ecologico si può circolare in tutte le zone ztl, parchi e tutte le zone limitate ai veicoli a scoppio”.

E così quando vi fermerete per un cono fragola e cioccolato dal carrettino “di una volta”, ricordatevi che dietro ad un’antica tradizione artigianale c’è l’ingegno e l’iniziativa di giovani imprenditori casalesi, con la passione per il gelato.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

  • Water and more
  • Carte Dozio