Home Analisi di mercato Nel 2030 la p...

Nel 2030 la produzione mondiale dovrà superare i 200 milioni di sacchi

produttori produzione brasiliana
La raccolta di caffè nel Cerrado (Brasile)

MILANO – L’estate è tradizionalmente un periodo povero di novità sul fronte dei fondamentali. Ed è proprio per questo il momento migliore per ragionare su orizzonti temporale più ampi di quelli a breve provando a immaginare l’evoluzione a lungo termine dei mercati. Un interessante esercizio è stato compiuto in questo senso da Embrapa, l’impresa brasiliana di ricerca agricola e zootecnica, dipendente dal ministero dell’agricoltura.

La domanda mondiale per l’annata caffearia 2018/19 – scrive Embrapa – è stimata dall’Ico in 164,64 milioni di sacchi. Di questi 114,38 milioni sono riconducibili ai paesi importatori e 50,26 milioni a quelli esportatori.

Ipotizzando il mantenersi della crescita della domanda ai livelli attuali (+1,5% di media annua), i consumi raggiungerebbero un volume di 196,84 milioni di sacchi nel 2030.

Qualora la domanda dovesse invece crescere del 2%, essa arriverebbe, sempre nel 2030, a quota 208,80 milioni.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.