Home Cacao & Cioccolato Gelato, Amori...

Gelato, Amorino sbarca con 25 gelaterie dal nord al sud

MILANO – Amorino gelato al naturale, la catena di gelaterie fondata a Parigi nel 2002 da due ragazzi di Reggio Emilia, si appresta ad invadere il nostro Paese.

Dopo i tre punti vendita pilota, due a Milano, sui Navigli e in zona Brera, e uno a Verona, aperti senza troppo battage pubblicitario, La ‘Grom di Francia’ ha trovato un partner licenziatario locale in Impresa 39.

E ha già dichiarato di voler aprire 25 nuove gelaterie con la formula del franchising entro il 2022 (dieci anni… senza troppa fretta).

Queste nuove gelaterie andranno ad aggiungersi ai 99 locali che la catena ha già al suo attivo distribuiti in ben 13 paesi sia in Europa che negli Stati Uniti, Malta, Marocco e Arabia Saudita, con una particolare ed inedita presenza (per un’azienda di questo genere) nelle province e territori francese d’Oltremare (tra cui Guadalupa, Polinesia, Reunion).

Un brand dal tono chic, con all’attivo anche la pubblicazione di un bel libro con alcune delle sue ricette (Amorino, Tresor Glacés) e con alcuni negozi aperti in location molto prestigiose come a Parigi alle Galeries Lafayette e nel Carrousel du Louvre, per quanto sia solo un corner e non un negozio vero e proprio in partnership con Segafredo all’interno dei Restaurants du Monde di Autogrill.

A differenza di Grom che produce il gelato in ogni punto vendita partendo da miscele surgelate prodotte a Torino per avere una uniformità qualitativa in tutte le gelaterie e manteca sul posto, Amorino guarda a Haagen Dasz e distribuisce gelato già finito (mantecato) e pronto per essere venduto.

Nei negozi baroccheggianti, caratterizzati dall’uso smodato del legno e dalle pareti con finti mattoni a vista, insieme a coppette e coni serviti a palettate che vanno a formare una rosa, vengono proposte anche crêpes, macaron e gaufre di derivazione d’oltralpe, insieme a torte gelato, cioccolatini, marmellate, wafer e aceto balsamico per rimarcare le ostentate origini italiane.