CIMBALI M2
mercoledì 12 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Il consumo di tè avrebbe salvato la vita degli inglesi durante la rivoluzione industriale: lo studio

Il tè potrebbe aver salvato vite umane nel 1700. Una ricerca ha portato a galla questa verità: ci sarebbe proprio questa bevanda dietro la diminuzione di decessi in Inghilterra durante la rivoluzione industriale

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Il semplice gesto di bollire l’acqua per il tè e infine procedere con la successiva infusione ha permesso agli inglesi, durante la rivoluzione industriale, di uccidere batteri e parassiti portatori, per esempio, di dissenteria: queste sono le conclusioni dello studio condotto da Francisca M. Antman dell’Università del Colorado Boulder. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo di Giusy Dente per il portale d’informazione fanpage.

Il ruolo del tè nella rivoluzione industriale

MILANO – God save the Queen….and the tea. Gli inglesi sono affezionatissimi al rituale del tè pomeridiano, una tradizione irrinunciabile famosa in tutto il mondo. Ogni giorno se ne consumano più di 100 milioni di tazze. La bevanda iconica è finita anche al centro di diverse “battaglie”: gli inglesi da un lato, la scienza dall’altro. Mentre quest’ultima suggerisce di aggiungere un pizzico di sale per esaltarne il sapore, per gli inglesi l’dea è risultata a dir poco oltraggiosa.

A vincere, insomma, è sempre la tradizione. Bere una tazza di tè fumante è una coccola da concedersi dopo una giornata impegnativa, per accompagnare due chiacchiere tra amiche: ma una nuova ricerca suggerisce che almeno in passato, potrebbe aver avuto un vero e proprio potere salvavita, impedendo la potenziale morte di milione di persone.

Il tè potrebbe aver salvato vite umane nel 1700. Una ricerca ha portato a galla questa verità: ci sarebbe proprio questa bevanda dietro la diminuzione di decessi in Inghilterra durante la rivoluzione industriale.

I dati riferiscono di uno stranamente basso numero di morti, considerate le condizioni di vita dell’epoca, le malattie devastanti che colpivano la popolazione, la rapida diffusione delle epidemie.

Eppure le persone si sono inconsapevolmente salvate proprio bevendo del tè. Il semplice gesto di bollire l’acqua, infatti, per procedere con la successiva infusione, ha permesso di uccidere batteri e parassiti portatori, per esempio, di dissenteria.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie