Home Notizie Breaking News I nostri lutt...

I nostri lutti: Laura Dini si è spenta. Era la dea ex machina della Dinicaffè di Firenze

CONDIVIDI
Laura Dini 64 anni
La Signora Laura Dini scomparsa venerdì 9 febbraio all'età di 64 anni

FIRENZE – Si è spenta venerdì 9 febbraio Laura Dini, aveva 64 anni. Dai primi anni ottanta era la dea ex machina della torrefazione Dinicaffè che ha sede nel capoluogo fiorentino. La Signora Laura la dirigeva assieme alla sorella Elisabetta dopo averla ereditata dal padre Alberto. La piangono, oltre alla sorella, le nipoti Serena e Benedetta.

I funerali si terranno oggi pomeriggio dalle ore 16 alla Basilica di Santa Maria dell’Impruneta, poco fuori Firenze.

La scomparsa ha destato enorme commozione nel folto gruppo di amici, collaboratori e colleghi della Signora Dini. Che era molto conosciuta nel settore caffeicolo dove operava da oltre trent’anni. Oggi tutti si stringeranno attorno ai parenti per l’ultimo saluto.

Water + more
MILANOCOFFEEfestival

Laura Dini, che prima di dedicarsi al caffè si era laureata in Farmacia all’Università di Firenze, era nota anche perché la sua torrefazione, che si trova in Via dei Bastioni, 38, nel 1996, era stata tra le fondatrici del consorzio Csc, Caffè speciali certificati.

Il logo della DiniCaffè di Firenze
Il logo della Dinicaffè di Firenze

Laura Dini aveva ereditato l’azienda con la sorella dal padre Alberto Dini, classe 1909, che aveva fondato la torrefazione Dinicaffè nel 1939, all’età di 30 anni.

La prima sede era in pieno centro storico di Firenze e fu seriamente danneggiata dall’alluvione del novembre 1966. Per superare quell’evento fu trasferita nella sede attuale, una ex fornace, in via dei Bastioni 38 ai piedi di Piazzale Michelangelo.

Come detto per Laura Dini il 1996 fu un anno fondamentale per l’evoluzione della strategia aziendale basata sulla qualità. In quell’anno, infatti, Laura ed Elisabetta Dini decisero che la loro Dinicaffè, insieme ad altri torrefattori italiani, avrebbe fondato l’Associazione Caffè Speciali Certificati (CSC), consorzio volto alla tutela della qualità del caffè dalla piantagione alla torrefazione.

Ora l’attività della torrefazione proseguirà senza scosse perché dal 2009 sono entrate in azienda le nipoti di Laura Dini, le figlie di Elisabetta, Serena e Benedetta.

E l’obiettivo di tutte resterà quello di sviluppare il lavoro del nonno Alberto con lo stesso credo e passione.

Ora Serena e Benedetta, con la mamma Elisabetta, proseguiranno anche l’opera dell’amatissima zia Laura.

Che la terra le sia lieve.

Lutto