Home Notizie fieramilano HOST 2017. E ...

HOST 2017. E nello stand Elektra si svela il progetto Umami Area Honduras

MILANO – Durante la fiera HOST di Milano Umami Area Honduras presenta in anteprima mondiale il progetto di produzione sostenibile di caffè arabica di qualità.

Iniziato ad agosto 2017 nella regione di Copàn, località Las Capucas con la costituzione della società Umami Area Honduras SA de CV.

Host è solo una delle tappe del progetto Umami

L’azienda ha una compagine societaria composta da 25 soci di nazionalità Italiana, Tedesca e Honduregna. A fine agosto 2017 si è riunita la prima assemblea de soci che ha nominato il consiglio di amministrazione. Così come le linee guida del progetto Umami Honduras per il 2017/2018.

CARTE DOZIO
HOST

Il 21 ottobre 2017 alle ore 16 presso lo stand Elektra pad. 24 stand N50/P39 sarà possibile incontrare i soci di Umami Area Honduras.

Provenienti da Italia, Germania e Honduras. Si avrà così modo di partecipare alle sessioni di cupping del caffè di finca Rio Colorado. (nella FOTO uno scorcio suggestivo della piantagione).

A Host il caffè di qualità e sostenibile

Il progetto Umami nasce dalla volontà di 25 soci che desiderano dimostrare che un progetto di produzione di caffè di qualità può essere sostenibile. Non solo da un punto di vista imprenditoriale. Ma anche finanziario, sociale, ambientale. Infine di coinvolgimento della comunità locale.

Il consiglio di amministrazione è guidato dal presidente Andrej Godina, italiano. Presidente dell’associazione italiana Umami Area.

In compagnia del direttore Francisco Galeano, Honduregno. Sempre lui, con i figli Daniel e Francisco, ha da poco aperto una catena di caffetterie specialty. Proprio nella capitale del paese, Tegucigalpa.

Umami Area Honduras ha acquistato una piantagione di caffè esistente adiacente al parco nazionale dello Celaque. Già riconosciuto patrimonio universale dell’umanità dall’UNESCO con un’estensione totale di 45 ettari; delimitata da due fiumi, rio Colorado e rio Aruco.

Web: http://www.umamiarea.com/aree/M/Umami_Area_Honduras-3032

Andrej Godina parla del progetto

“Nasce quattro anni fa. Quando partecipai in qualità di docente della Barista & Farmer Academy al talent show. Questo appunto si svolse nelle piantagioni di caffè della cooperativa COCAFCAL. Un esempio efficiente di cooperativismo e di sostegno di progetti sociali per i produttori membri che ad oggi sono più di 850.

Fin dal mio primo viaggio in un paese di origine del caffè mi ha impressionato l’ingiustizia derivata dalla fiiera del caffè. Soprattutto a livello di riconoscimento finanziario sulla catena di produzione di valore del caffè. Al produttore  infatti resta solo una porzione di denaro assolutamente iniqua e insufficiente a ripagare i costi. E poi il lavoro e lo sforzo che milioni di piccole aziende familiari fanno in tutto il mondo per la produzione dei chicchi di caffè.

Fu così che con alcuni dei primi soci fondatori di Umami Area Italia lanciammo l’idea del progetto Umami Area Honduras. In partnership con COCAFCAL. Al fine di investire e dare maggior valore aggiunto a questa splendida terra. Ricca di tradizione e capace di produrre un ottimo caffè specialty.

Umami Area Honduras: un progetto di sviluppo sostenibile di una piantagione di caffè

Un’area che nel breve verrà convertita in produzione biologica. Inoltre, già da qualche mese, ha iniziato a sostenere l’attività formativa della Capucas Coffee Academy. Sono quindi erogati corsi di formazione gratuiti per i soci della cooperativa.

I docenti della scuola sono giovani barista trainers che stanno facendo un periodo di stage formativo in piantagione di 6-12 mesi. Durante i quali approfondiscono tutti i temi della coltivazione e l’assaggio in laboratorio del caffè.

La scuola è supportata dalla Speciality Coffee Association. Ma anche da da Umami Area Italia. Infine dal beneficio di lavorazione del caffè Planet Coffee di Santa Rosa di Copàn.

Il ruolo di Francisco Villeda

La finca Rio Colorado è stata affidata alla guida di Francisco Villeda. Il socio fondatore di COCAFCAL, noché di Umami Area Honduras. Inoltre è un piccolo produttore di caffè con circa due ettari di piantagione.

Ma soprattutto un uomo che con grande umiltà e lavoro è riuscito a farsi strada. Nonostante l’incidente occorsogli quando era militare. Durante uno scontro a fuoco infatti, perse il braccio sinistro.

Umami Area desidera fornire know-how tecnico alla comunità locale

Sia sulle tecniche innovative di coltivazione del caffè che sui moduli del Coffee Diploma System di SCA.

Il progetto del paese centro Americano prevede alla fine del 2017 l’acquisto di un secondo lotto di terra. Sempre adiacente al parco nazionale Celaque, nell’area più elevata della regione a 1800m.

Dove verrà avviato il progetto di riforestazione e inizio di una nuova piantagione di caffè; esclusivamente dedicata alla coltivazione di piante di caffè Arabica di varietà pregiate.In conclusione Andrej Godina sottolinea

il progetto Umami Area Honduras è aperto all’ingresso di altri soci. QUesti, in quanto soci fondatori, desiderano investire piccole somme di denaro a favore di un progetto imprenditoriale che vuole produrre qualcosa di buono nel mondo del caffè; stimolando la diffusione della cultura del caffè di qualità aiutando la comunità locale ad elevare il loro tenore di vita”.

Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi alla segreteria di Umami Area Honduras: info@umamiareahonduras.com