Home Dati Export mondia...

Export mondiale di caffè in ripresa (+3,2%) a ottobre, grazie a brasiliani e robusta

import caffè
Sacchi di juta da 60 kg in un magazzino dopo lo sbarco

MILANO – Segnali di ripresa dal commercio del caffè: a ottobre l’export mondiale è tornato a crescere evidenziando un incremento degli imbarchi da quasi tutte le principali origini. Secondo i dati diffusi dall’Ico, le esportazioni mondiali di caffè registrano un +3,2% attestandosi a 9,672 milioni di sacchi. L’export di arabica si presenta sostanzialmente stabile (-0,3%), a 6,329 milioni di sacchi; in forte crescita (+10,4%) i volumi di robusta, che salgono a 3,343 milioni di sacchi.

Positivo, per quanto riguarda gli arabica, l’andamento dei brasiliani naturali, i cui imbarchi crescono del 6,7%, a 3,743 milioni di sacchi. Arretrano invece i colombiani dolci (-12,3%) e gli altri dolci (-6%).

L’export del Brasile sfiora i 4,1 milioni di sacchi, in crescita dell’11,5%. Torna a crescere (+4,2%) anche l’export del Vietnam, che risale a 1,5 milioni di sacchi.

Segna il passo la Colombia (-14,3%), ma alle sue spalle sono in ripresa Indonesia (+43,6%), India (+3,4%) e Perù (+9,2%). Variazioni con il segno meno, in America centrale, per Honduras (-6,6%), Guatemala (-12,2%) e Nicaragua (-29,8%); stabile il Messico.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.