Home Capsule E l’inventore...

E l’inventore delle capsule K-Cup Keurig non vuole più usarle

Non c'è soltanto il caso Amburgo: nel mondo cresce l'opposizione all'uso delle capsule, come dimostra un'indagine in gran Bretagna il 22% degli inglesi è contrario perché inquinano. E perfino l'inventore delle capsule della Keurig ha deciso si non usarle più sostenendo di “sentirsi in colpa” per il loro impatto ambientale

capsule Keurig

MILANO – “Capsule e sostenibilità: adesso il dibattito è aperto” titolava Comunicaffè nel numero di lunedì. La conferma nel numero di visualizzazioni e nel vivo interesse riscosso in questi giorni dai vari articoli dedicati all’argomento dalla nostra testata. In realtà, le capsule sono da tempo sul banco degli imputati e non solo nei dibattiti degli ambientalisti.

Già a inizio decennio, ad esempio, il New York Times, prima, e il Boston Globe, più tardi, posero il problema dell’impatto ambientale delle K-Cup di Keurig, i serving monoporzione più popolari e diffusi negli States.

All’epoca, il fatturato di Keurig era meno di un quinto di quella dichiarato attualmente dal colosso Keurig Green Mountain, che è in procinto di passare nel portafoglio di JAB per l’astronomica somma di 14,9 miliardi di dollari.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.