mercoledì 29 Giugno 2022

Collaborazione tra Saicaf SpA e il brand Made in carcere

Da leggere

BARI – Venerdì 22 luglio si tiene, presso il carcere di Trani, la conferenza stampa di presentazione della nuova linea di prodotti di abbigliamento destinata a vestire baristi e caffettieri, interamente targata Made in Carcere, brand della cooperativa sociale Officina Creativa e SAICAF, nota azienda produttrice di caffè in Puglia.

L’attenzione delle due Aziende SAICAF e SCHMID per il tema della responsabilità sociale e la sostenibilità, ma nello specifico la sensibilità dimostrata verso lo scopo reale del progetto, che permette di offrire una SECONDA CHANCE a donne detenute in carcere pugliesi di massima sicurezza di Trani e Lecce, hanno promosso l’iniziativa.

Proprio la voglia di partecipare a questo progetto che permette a persone ai margini della società di crescere e individuare il proprio potenziale di azione e perché no, di dare a tessuti scartati (sfridi di lavorazione di aziende tessili) l’opportunità di rinascere come materia prima e assumere vero valore sociale, hanno spinto la SAICAF a dare avvio ad una collaborazione con il brand Made in Carcere, che ha disegnato, curato grafica e produzione di una linea di abbigliamento di magliette e grembiuli destinati ai bar SAICAF in Puglia.

Il design della linea è innovativo ed accattivante, con un messaggio grafico, di forte impatto emozionale, che associa il caffè all’amore: 100% SAICAF.

Grembiuli estremamente comodi, in jeans di diverse colorazioni, realizzati con tessuti recuperati, grazie all’azienda tessile Schmid ed arricchiti da tasche e porta-strofinacci.

T shirt manomesse

Allo stesso modo le T-shirt “manomesse”, sono dotate di un comodo taschino laterale ed un laccetto posto all’altezza del fianco, idee utili per muoversi mantenendo a portata di mano tutti gli “attrezzi del mestiere”.

Ulteriori opportunità di collaborazione potrebbero portare alla realizzazione di una linea accessori da arredo per i bar, grazie anche all’esperienza di designer all’interno di Made in Carcere, aderente all’ADI (Associazione Design Italia).

Ultime Notizie