Home Cultura Coffee Sapien...

Coffee Sapiens: Adrià e Lavazza esplorano il caffè oltre i confini con una miniera di conoscenze

L’estensivo progetto sul caffè, tra innovazione e imprenditorialità. Un’appassionante opera olistica per tutti i coffee lovers. E da oggi scrivere un libro sul caffè diventerà un'opera molto ardua, a meno di attingere a questa che è un'autentica miniera di sapere a 360 gradi sul caffè dalla produzione alla tazzina

La presentazione del librone Coffee Sapiens: da sinistra Ferran Adrià e Giuseppe Lavazza nel Flagship store Lavazza di Milano
La presentazione del librone, un'autentica miniera di dati, Coffee Sapiens: da sinistra Ferran Adrià e Giuseppe Lavazza nel Flagship store Lavazza di Milano

MILANO – Presentata ieri nel Flagship store Lavazza di Piazza San Fedele 1 Coffee Sapiens un libro, un librone in realtà, 700 pagine di grande formato, che è destinato a diventare un punto di riferimento per il settore. E, anche, un’autentica miniera per tutti gli autori che, da oggi in avanti, volessero dedicarsi al tema caffè. Sì, perché nelle pagine di Coffee Sapiens c’è davvero tutto, dalla storia alla genetica alle malattie della pianta all’assaggio in tazza. Non abbiamo trovato, al primo rapido sfoglio nessuna mancanza.

Ma veniamo al dettaglio della presentazione. Nel corso della quale è stato spiegato che comprendere per innovare è la filosofia del libro Coffee Sapiens, contributo di Lavazza al grande progetto Bullipedia di Ferran Adrià, l’enciclopedia dedicata alla ristorazione gastronomica del mondo occidentale.

In Coffee Sapiens l’universo espanso del caffè si fa protagonista e diventa luogo di conoscenza e di confronto in un volume che non tratta il caffè esclusivamente come prodotto ma prende in considerazione anche l’ecosistema in cui nasce e si elabora, dalla produzione all’arrivo al consumatore.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Storia, consumo, produzione, varietà, ma anche industria e imprenditorialità

Sono i contenuti di Coffee Sapiens che grazie alla sua visione a 360 gradi, ne analizza tutti gli ambiti. E illustra le nozioni necessarie per carpire il mondo del caffè in una maniera al tempo stesso interconnessa ma ordinata.

La copertina del libro Coffee sapiens che fa parte della biblioteca di Bullipedia di cui è artefice Ferran Adrià
La copertina del libro di 700 pagine sul caffè a 360 gradi, Coffee sapiens che fa parte della biblioteca di Bullipedia di cui è artefice Ferran Adrià che per questa opera si è avvalso della collaborazione anche scientifica della Lavazza

Con Coffee Sapiens Lavazza continua, insieme a Ferran Adrià, il percorso di esplorazione del caffè in tutte le sue forme ed espressioni, e, attraverso il suggestivo metodo di analisi multidisciplinare “Sapiens” di catalogazione e analisi tassonomica dell’alimentazione dentro il mondo del caffè, porta a confrontare e condividere ogni singola conoscenza sul caffè e la fa evolvere a porta d’accesso per studiare l’evoluzione delle culture nel mondo, gli usi e costumi dei popoli e le continue innovazioni tecnologiche.

“Il percorso che abbiamo intrapreso insieme a Lavazza mi ha portato a espandere i limiti della sperimentazione. Mi ha incuriosito molto l’idea di poter prendere il caffè e portarlo al di là delle sue convinzioni radicate nei secoli”, ha commentato Ferran Adrià.

“È una filosofia affine a quella del team di elBulli e trova uno sbocco naturale nel progetto bullipedia.

Dimostrare come anche il caffè sappia essere inedito e sorprendente, e stimolare la ricerca verso confini che ancora non siamo stati in grado di immaginare”.

Coffee Sapiens nasce dal rapporto di collaborazione e partnership quasi ventennale tra Lavazza e Ferran Adrià, legati da una spinta comune verso lo studio e l’innovazione, che li ha portati negli anni a percorrere e sperimentare l’arte del caffè, attraverso nuove tecniche, concetti e modalità di degustazione, con il presupposto irrinunciabile della qualità assoluta, sempre e comunque.

Nel 2000 la nascita del coffee design al Training center

È così che nel 2000 all’interno del Training Center è nata la disciplina del Coffee Design, il food design applicato al caffè, con la quale il caffè è entrato ufficialmente nel mondo dell’alta gastronomia, proponendosi sotto altre forme come una sfera, una lente o una spuma, andando oltre l’esperienza sensoriale, gustativa e olfattiva.

“Fin dal primo incontro Ferran Adrià ci ha dato nuovi stimoli per andare oltre e guardare il caffè con occhi sempre nuovi, aprendoci alle contaminazioni e alle sperimentazioni” , ha commentato Giuseppe Lavazza, Vice Presidente del Gruppo Lavazza.

“Con lui abbiamo condiviso l’attenzione alle voci nascoste del caffè, quelle di tutte le persone che lavorano per coltivarlo, lavorarlo, distribuirlo e portarlo nel quotidiano di tutti noi.

La metodologia Sapiens ci ha mostrato nuove vie, consentendoci di estendere il nostro sapere lungo tutta la matrice del caffè. Siamo convinti che “Coffee Sapiens” possa di- ventare un acceleratore di innovazione per tutti gli amanti del caffè come noi”.

Una guida per comprendere il caffè nella sua totalità, parte integrante della vita quotidiana, un manuale per approcciarsi al mondo della ristorazione per i professionisti che vogliono acquisire una conoscenza a tutto tondo della materia, ma anche un libro dall’iconografia suggestiva per i tanti appassionati e curiosi.

La piattaforma multimediale

Consente ad un pubblico molto più vasto di accedere ai contenuti e alla metodologia Sapiens. Rendendolo concretamente un progetto aperto e fruibile da tutti. E potenzialmente applicabile anche ad altri ambiti di ricerca.

Questa la filosofia condivisa di Lavazza e Bullifoundation. Condividere la conoscenza avvalendosi anche degli strumenti digitali. Che la rendono immediatamente approcciabile a tutti.

Il progetto si avvale della collaborazione dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, di cui Lavazza è partner storico. Si tratta di un’istituzione dinamica e fortemente internazionale cresciuta attorno alla filosofia di Slow Food. E da sempre fondata sull’eccellenza culinaria.

Coffee Sapiens è edito da Giunti Editore. Sarà disponibile presso lo Store del Museo di Nuvola Lavazza a Torino. Ma anche al Lavazza Flagship Store di Milano e ai siti Lavazza e Giunti Editore.