Home Aziende Coca-Cola aiu...

Coca-Cola aiuta i locali ad avere una migliore visibilità e traffico online

Grazie alla piattaforma “AdCreator” sarà infatti possibile creare in modo semplice una comunicazione pubblicitaria a cui Coca-Cola darà visibilità digital, proprio nelle vicinanze del punto vendita. Inoltre verranno forniti materiali per agevolare il rispetto delle normative in merito al distanziamento sociale

comemaiprima
Coca-Cola sostiene l'Horeca

MILANO – Coca-Cola scende di nuovi in campo a sostegno del settore Horeca, duramente colpito dall’emergenza sanitaria e ora, da quella economica. I locali, i bar, i ristoranti, possono contare sull’iniziativa del colosso americano, ComeMaiPrima, per tentare di recuperare liquidità e ripartire finalmente insieme lasciandosi alle spalle il periodo più critico. Leggiamo di cosa si tratta nel dettaglio, dal sito larena.it.

ComeMaiPrima: Coca-Cola sostiene i pubblici esercizi

Si chiama “ComeMaiPrima” ed è il progetto ideato da Coca-Cola per supportare il mondo della ristorazione che sta ripartendo tra molte difficoltà. In Veneto, dove Coca-Cola ha il suo più grande stabilimento europeo, che si trova Nogara, l’azienda ha messo a disposizione di bar e ristoranti diversi strumenti per avere maggiore visibilità e ottenere più traffico nei punti vendita.

Grazie alla piattaforma “AdCreator” sarà infatti possibile creare in modo semplice una comunicazione pubblicitaria a cui Coca-Cola darà visibilità digital, proprio nelle vicinanze del punto vendita. Inoltre verranno forniti materiali per agevolare il rispetto delle normative in merito al distanziamento sociale.

La campagna ComeMaiPrima rappresenta solo l’ultima delle iniziative messe in campo da Coca-Cola per il settore dell’Horeca durante l’emergenza da Covid

Nei mesi di chiusura forzata, infatti, l’azienda ha reinvestito più di 1.3 milioni di euro in tutta Italia per supportare il mondo del Fuori casa attraverso politiche commerciali, fiscali e di comunicazione dedicate.

In Italia, Coca-Cola ha donato oltre 1.4 milioni di euro a Croce rossa italiana, che ancora oggi fornisce un sostegno fondamentale per debellare l’epidemia. Inoltre, sono state effettuate ulteriori donazioni ad ospedali sul territorio, a cui sono stati offerti più di 1 milione di prodotti per medici e operatori sanitari e dispositivi di sicurezza individuale.