sabato 02 Marzo 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

ChocoLOVE torna l’evento a Milano: il comparto dolciario di Milano, Monza e Brianza supera le 2.700 imprese e gli 11mila addetti

Monica Meschini dell’International institute of chocolate and cacao tasting e del The tea tasting institute: “Grazie a questo evento ci aspettiamo di condividere con sempre più persone il mondo che si cela dietro il cacao e il cioccolato, promuovendo un acquisto più consapevole all’insegna della sostenibilità. ChocoLOVE mi ha permesso di portare dei grandi esperti del cacao, italiani e stranieri. Questa sera con noi, per cominciare, c’è Enric Rovira, l’architetto del cioccolato che lavora senza stampi. Ma a succedersi ci saranno molti professionisti: da Matteo Beluffi, campione latte art italiano 2017 e sesto al mondo nel campionato mondiale svolto a Budapest nello stesso anno con un focus sul caffè, all’esperto parigino Gilles Brochard"

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – ChocoLOVE, l’evento dedicato alla cultura del cacao e del cioccolato, fa il suo ritorno a Milano, nella suggestiva cornice di Palazzo Bovara di Corso Venezia. Il progetto è stato promosso dall’associazione We Love Italy e organizzato da BeeBest srl con il supporto dell’esperta Monica Meschini dell’International institute of chocolate and cacao tasting e del The tea tasting institute.

L’8 febbraio è stata presentato il programma dell’evento che si terrà fino a mercoledì 14, dove ChocoLOVE si concluderà con la celebrazione di San Valentino, la festa degli innamorati, in cui il cioccolato gioca da sempre il ruolo di protagonista.

Triestespresso

Nella serata d’apertura sono intervenuti: Enric Rovira, maestro del cioccolato di origine catalana, Denis Buosi, maître chocolatier, l’architetto Fabio Novembre, Lorenzo Pepe, manager delle strategie di marketing della Barry Callebaut, di Chocolate Academy, l’event and wedding planner Alessandra Pirola Baietta, Monica Meschini, l’artista Jacopo Ascari, Pierpaolo Maria Bartuletti di Ratti Tessuti Pregiati, Angela Sansonetti dell’Associazione We Love Italy, Francesca De Lucchi, membro del Consiglio della Camera di Commercio di Milano, Monza, Brianza e Lodi la Fondazione Umberto Veronesi, la Lega italiana per la lotta contro i tumori Milano e la Fondazione TOG.

La nuova edizione di ChocoLOVE

Cinzia Poli, conduttrice radiofonica. disegnatrice nonché moderatrice, insieme a Simona Sansonetti, ha dato il via alle presentazioni: “Cominciamo il 2024 con il primo grande evento milanese dedicato alla cultura del cioccolato. Dietro il prodotto che noi tutti amiamo c’è un mondo di competenze, conoscenze e professionisti che vanno conosciuti ed è l’obiettivo primario di questa manifestazione.

Repa

Ma ChocoLOVE, come suggerisce il nome, è anche un evento che si prefigge di celebrare l’amore: per questo motivo anche la cake design, l’arte del wedding dress e la cultura occupano un ruolo primario nella kermesse”.

Francesca De Lucchi, membro del Consiglio della Camera di Commercio di Milano, Monza, Brianza e Lodi, svela: “Questo evento non valorizza solo il cioccolato ma anche altri temi fondamentali per la produzione di eccellenze del territorio. ChocoLOVE ha una strategia che attrae un’audience diversificata e selezionata.

La Camera di Commercio cerca di ottenere e favorire un posizionamento della città capace di richiamare un turismo di qualità, in maniera analoga a questo evento, e lo fa usando la valorizzazione delle produzioni d’eccellenza con un’attenta visione alla sostenibilità”.

De Lucchi aggiunge: “Per la Camera di Commercio sono fondamentali due aspetti per questa strategia: la formazione di risorse umane di qualità e di nuovi profili con un attento focus sui giovani. Il comparto dolciario, ad esempio, sul territorio Milano, Monza e Brianza, includendo attività produttive, commercio al dettaglio, gelaterie e pasticcerie, conta oltre 2.700 imprese con oltre 11.000 addetti ai lavori.

Solo a Milano, nel capoluogo, si contano 2.100 imprese che sfiorano i 9.000 lavoratori. Il settore del cioccolato può dunque offrire una grande opportunità di coinvolgimento per tutta la filiera e il nostro territorio”.

ChocoLOVE: tra cultura e arte

È il turno di Monica Meschini di salire sul palco: “Grazie a ChocoLOVE ci aspettiamo di condividere con sempre più persone il mondo che si cela dietro il cacao e il cioccolato, promuovendo un acquisto più consapevole all’insegna della sostenibilità. L’evento mi ha permesso di portare dei grandi esperti del cacao, italiani e stranieri. Questa sera con noi, per cominciare, c’è Enric Rovira, l’architetto del cioccolato che lavora senza stampi. Ma a succedersi ci saranno molti professionisti: da Matteo Beluffi, campione latte art italiano 2017 e sesto al mondo nel campionato mondiale svolto a Budapest nello stesso anno, all’esperto parigino Gilles Brochard“.

chocolove
Monica Meschini (immagine concessa)

Il cacao tra sostenibilità sociale e ambientale

La prima giornata di ChocoLOVE è stata anche l’occasione per introdurre il sostegno delle tre grandi realtà del terzo settore come Fondazione Umberto Veronesi, Lega italiana per la lotta contro i tumori e Fondazione TOG, polo per le disabilità e le fragilità infantili, grazie a due proposte regalo dedicate a San Valentino e create dai grandi maestri del design e della moda come Fabio Novembre con la pralina realizzata da Chocolate Academy Milano.

Lorenzo Pepe, manager delle strategie di marketing della Barry Callebaut, si unisce al talk di presentazione dell’evento: “Sono qui in rappresentanza della nostra Chocolate Academy. La scuola offre e analizza quelli che sono i nuovi trend e i concetti dolciari da traslare sul mercato e i vari canali di vendita. Il cioccolato che utilizzeremo per produrre la pralina creata dal designer Fabio Novembre è sostenibile e fa parte della nostra associazione Cocoa Horizon, un programma interno a Barry Callebaut che ha l’obiettivo di aiutare gli agricoltori del cacao con progetti comunitari e sostenibili nei Paesi d’origine”.

chocolove
Da sinistra: Cinzia Poli, Simona Sansonetti e Lorenzo Pepe (immagine concessa)

Ma, come già rivelato, il cioccolato non è stato l’unico protagonista della kermesse. Il tema wedding ha arricchito il programma di questa edizione con una giornata curata dalla nota wedding planner Alessandra Pirola Baietta che venerdì ha condotto un talk, con una live performance dell’artista Jacopo Ascari, sul tema San Valentino.

Grazie alla sua expertise sulla mise en place sia il ristorante che la caffetteria sono stati allestiti per offrire al pubblico il luogo migliore per fare una dichiarazione d’amore. Le masterclass a tema sono a tema cake design e il paese ospite sarà l’India con la partecipazione di Gitika Abbot di Cakemeover e di Bishnu Prased pastry chef del ristorante Cittamani Milano di chef Ritu Dalmia.

L’azienda Ratti ha inoltre contribuito con la sua maestria nella stampa e nella realizzazione di un elegante foulard in seta, disegnato dall’artista Jacopo Ascari.

L’impegno sociale e il ricavato in beneficienza

Tuttavia il cioccolato non è solo sinonimo di bontà e di arte ma è caratterizzato da molte proprietà benefiche salutari e ora, grazie a ChocoLOVE, come si è già accennato, diventa un valido aiuto anche nei progetti di beneficienza.

A questo proposito, Annamaria Parola della Fondazione Umberto Veronesi prende il  microfono: “Il mese di febbraio è dedicato alla sensibilizzazione di oncologia pediatrica. Abbiamo perciò deciso di sostenere la ricerca contro i tumori infantili. In Italia i bambini affetti da tumori sono meno numerosi rispetto agli adulti ma comunque rimangono troppi. È fondamentale sostenere la ricerca scientifica per trovare cure innovative e non lasciare nessuno indietro”.

Da sinistra: Cinzia Poli, Simona Sansonetti con l’elegante foulard in seta disegnato da Jacopo Ascari a destra

Orietta Ferrero, Lega italiana per la lotta contro i tumori Milano, spiega: “La nostra associazione utilizzerà il ricavato da questo evento per l’educazione primaria nelle scuole. Collaboriamo con più 250 scuole primarie e secondarie e devolveremo il ricavato con una grande attività di sensibilizzazione sul tema della buona alimentazione”.

L’associazione TOG viene rappresentata da Antonella Madella Noja che afferma: “Siamo medici, terapisti e neurologi che si occupano di curare bambini che hanno lesioni gravi del sistema nervoso dalla nascita per i quali l’unica cura è la riabilitazione. Abbiamo creato questo polo d’eccellenza in cui curiamo decine di bambini con un sistema gratuito. Useremo ciò che ci arriverà da questa iniziativa per curare, semplicemente, più bambini”.

Angela Sansonetti dell’Associazione We Love Italy conclude: “ChocoLOVE può essere sintetizzato in: cura, cultura e cuore. La nostra associazione ha incominciato ad operare su questi temi nel periodo Covid poiché abbiamo visto un vuoto assistenziale di supporto per le persone più bisognose di cure. Ci auguriamo che questo sia l’inizio di un periodo roseo per ChocoLOVE e ringraziamo le tre Associazioni benefiche a cui è stato devoluto il ricavato della manifestazione per contribuire alla crescita di un percorso etico”.

Il programma di ChocoLOVE

La prima giornata di ChocoLOVE si avvia al termine con il programma completo che animerà lo storico Palazzo Bovara fino al 14 febbraio. Tra i numerosi nomi della lista spiccano Andrea e Denis Buosi con un progetto di una gelateria sociale. Denis Buosi afferma in tal riguardo: “Abbiamo aperto l’anno scorso una gelateria speciale aperta in collaborazione con una cooperativa sociale formando ragazzi con disabilità fisiche e psicologiche e donne che sono state vittime di violenza. In più, il prossimo anno ci sarà una novità con il cioccolato legata sempre all’aspetto dell’inclusione sociale”.

Una delle passate sessioni di degustazione (immagine concessa)

Tra i numerosi prodotti presenti a ChocoLOVE, il Buosi Gin cattura l’attenzione. Si tratta di un dry gin con raffinati sentori di cacao e caffè. Le botaniche presenti nel distillato sono: grano, ginepro, caffè Toraja Indonesia, Cacao Sur del Lago Venezuela, limoni della costiera amalfitana, arancia di Sicilia, pepe del Madagascar e sale di Trapani.

Buosi Gin

Per leggere il programma completo fino al 14 febbraio basta cliccare qui.

CIMBALI M2
  • TME Cialdy Evo
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac