Home Curiosità La latte arti...

La latte artist Eleonora Ceragiolo, incontra Giorgio Panariello, re delle sue tazzine

Di soli 30 anni, artista del caffè: lei ha inventato i cappuccini con Naomo, Simone e tutte le ‘maschere’ di Bagno Maria. Eleonora da tempo li adorna a mano libera con le facce dei personaggi che proprio il Panariello nazionale impersona facendo ridere l’Italia

Eleonora Ceragioli
Eleonora Ceragioli, Giorgio Panariello e i cappuccini ispirati ai suoi personaggi

CAMAIORE (Lucca) – Quando si dice che il caffè unisce le persone senza badare alle differenze di qualsiasi tipo attraverso il suo rituale, non è solo un modo di dire. Alcune volte è proprio storia di vita vera: quando poi di mezzo passa anche l’arte, la notizia è praticamente già scritta. Raccontiamo la storia di Eleonora Ceragioli, artista della tazzina, che ha incontrato il suo comico preferito, Giorgio Panariello, attirato proprio dalle sue opere d’arte sulla schiuma di latte. Leggiamo i dettagli da lanazione.it, un articolo di Isabella Piaceri.

Ceragioli e Panarello uniti dalla latte art

“E so’ Simone…, e poi Mario il bagnino… nota nota nota”: dalla tv al cappuccino prendono vita le ‘maschere’ del comico nazionale. Giorgio Panariello festeggia i suoi cappuccini personalizzati al New Bar Vittoria. Tutto merito della titolare, Eleonora Ceragioli, 30 anni, artista del caffè: lei ha inventato i cappuccini con Naomo, Simone e tutte le ‘maschere’ di Bagno Maria. Eleonora da tempo li adorna a mano libera con le facce dei personaggi che proprio il Panariello nazionale impersona facendo ridere l’Italia.

Volti che la fantasia ricrea nella schiuma fumante per rallegrare i clienti del locale di viale Colombo che gestisce da quattro anni

E così le favole volano e Giorgio ha deciso di andarla a conoscere per complimentarsi: “ Mi ha atteso – racconta la Ceragioli – e si è voluto posizionate con me dietro il bancone… simpatico e grato dell’idea. Una persona speciale”. Un Grazie scritto col cuore e l’anima perché Panariello è famoso, ma vedere le effigie dei propri personaggi galleggiare sorridenti in una tazza non è per tutti.

“Sono cresciuta coi suoi programmi – aggiunge la Ceragioli – e volevo rendergli omaggio…”. Non ha niente da invidiare all’estro napoletano che riproduce statuine e vip: Eleonora e’ un’imprenditrice giovane che lotta e studia per farsi valere e il suo bar merita un encomio. Con la sua compagna Giorgio si è dilettato, ha improvvisato battute e si è detto orgoglioso. Anche questo è Lido di Camaiore, un vezzo in più, un’idea, un punto segnato a favore del lavoro e dell’inventiva.