Caffè nel Dna italiano: 365 giorni di espresso nel calendario Veronero

Caffè nel Dna degli italiani. Ebbene sì, la passione per l’espresso italiano è scritta nei geni. Per la precisione, in uno in particolare, il PDSS2, uno dei 20mila del codice genetico umano. Lo hanno scoperto gli scienziati dell’università di Trieste e di Edimburgo: la ricerca è stata pubblicata sulla rivista Scientific Report.

Gli italiani, insomma, hanno il caffè nel sangue. La passione per l’espresso, dunque, è questione di Dna: una precisa predisposizione genetica che ci lega al gusto, all’aroma e al rito del caffè, ogni giorno, tutto l’anno. 365 giorni di passione per il caffè che Veronero (azienda barese attiva da oltre 60 anni e due generazioni) racconta nel calendario 2017.

365 giorni di espresso nel calendario Veronero

Nelle stampe d’autore raccolte nel calendario Veronero 2017, il fotografo Mario Matera esprime in modo unico la passione per il piacere. «In queste foto – racconta Matera – ho voluto rendere visibile l’energia e il piacere che il caffè è in grado di generare.

Sono il frutto di un lungo studio di luci, pose e movimenti realizzato per rendere le foto emotivamente intense».

Tra i protagonista degli scatti la modella bresciana Beatrice Marchetti, classe 1995, già nota al grande pubblico per aver posato per nomi prestigiosi come Gianbattista Valli, Enrico Coveri, Dolce & Gabbana e per aver prestato la sua bellezza a Vogue, Glamour e Amica.

Caffè vuol dire Made in Italy

Caffè nel Dna degli italiani ma soprattutto nel Dna di Antonio Scarangelli, titolare, insieme ai fratelli, del marchio Veronero e del Veronero Caffè Shop (in via Piccinni a Bari).

L’idea del calendario 2017, spiega Scarangelli, nasce con l’obiettivo di «diffondere la vera cultura del caffè tra i consumatori e i professionisti del settore.

Una cultura che si alimenta di qualità totale, dalla scelta del blend migliore alla preparazione del caffè, dal servizio fino al modo di comunicare i valori, l’essenza e lo stile del brand Veronero».