Home Analisi di mercato Brasile: il c...

Brasile: il calo degli arabica destinato a farsi sentire dal prossimo autunno

Usda ottimista Un sacco di caffè brasiliano
Un sacco di caffè brasiliano

MILANO – È già tempo di previsioni e proiezioni sul prossimo raccolto del Brasile. E già si delinea, come ogni anno, il consueto balletto delle cifre. Quelle attuali si riferiscono naturalmente a stime preliminari, che misurano soprattutto il potenziale produttivo. E che vanno prese dunque con beneficio di inventario, visto che mancano ancora molti mesi all’inizio della lunga stagione di raccolta.

Come sempre, lo spettro delle previsioni è molto ampio e riflette la diversità dei metri e dei criteri adottati.

Conab ha diffuso la prima stima ufficiale sul raccolto 2019/20 il 17 gennaio. La forchetta è compresa tra i 50,48 e i 54,48 milioni di sacchi. Considerando il valore mediano di 52,48 milioni si prefigura dunque una flessione nell’ordine del 14,9% sull’anno precedente. A determinarla, un forte calo degli arabica (-21,8%) dovuto principalmente a fattori ciclici.

FOODNESS
CARTE DOZIO

La produzione di conilon (robusta) raggiungerebbe invece un nuovo dato record di 15,34 milioni di sacchi, in ulteriore crescita dell’8,3%.

Nonostante la forte flessione ipotizzata da Conab, il raccolto 2019/20 sarebbe comunque il secondo più abbondante nella storia del Brasile.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.