Home Zucchero Dolcificanti Bibite alla c...

Bibite alla caffeina: Coca Cola offre un milione per un nuovo dolcificante

Coca Cola indice un contest per trovare un dolcificante naturale e ipocalorico, nel frattempo rivoluziona la propria offerta di bevande Coca Cola One

coca cola senza zucchero dolcificante

MILANO – A ognuno la propria Coca Cola. Lo sanno bene i consumatori della bevanda a base di caffeina, che hanno la propria versione preferita – senza caffeina, zero o tradizionale che sia – e generalmente non intendono cambiarla.

È quindi comprensibile il disappunto degli statunitensi, che in questi giorni stanno dicendo la loro sull’ultima decisione di Coca Cola: è stata lanciata da poco una nuova versione di Coca Cola Zero, rilanciata come Zero Sugar.

L’azienda ha annunciato la decisione su Twitter e sul proprio blog: dopo un anno di ricerche e studi in laboratorio, la nuova Zero è pronta per il mercato con un nuovo gusto e un look rinnovato.

Coca Cola, nel proprio annuncio, non ha chiarito come verrà modificata la ricetta di Coca Cola Zero, ma è presumibile pensare che l’azienda ricorrerà ancora a dolcificanti e non allo zucchero.

Presente già in 25 mercati, tra cui Regno Unito e Messico, la nuova bevanda non ha tardato a scatenare le ire dei fan sui social media. E c’è anche chi per le proprie lamentele ha raggiunto livelli creativi d’eccellenza.

La ricerca di soluzioni che possano essere valide alternative allo zucchero, ma più naturali dei dolcificanti più comunemente utilizzati dall’azienda per le proprie bevande (soprattutto l’aspartame e l’acesulfame K) è il motivo che ha spinto la multinazionale a lanciare il contest “The Coca Cola Sweetener Challenge” sulla piattaforma di crowdsourcing HeroX.

L’azienda offre un milione di dollari ai ricercatori e agli scienziati che sapranno individuare un composto naturale. Ma anche sicuro e a basso contenuto calorico che sarà in grado di sostituire gli attuali dolcificanti utilizzati.

Il contest invita anche gli utenti e i consumatori a caricare foto, video e post. Che possano contenere buone idee per il reperimento del nuovo dolcificante naturale. Perché – come spiega Robert Long, responsabile innovazione del colosso Usa – “le buone idee possono arrivare da ogni piccolo suggerimento”.

Il contest deriva anche dal parziale fallimento di Coca Cola Life. Il primo prodotto dell’azienda contenente stevia fu lanciato nel Regno Unito nel 2014. E in seguito in altri paesi tra cui l’Italia.

La stevia ha avuto scarso successo in Europa

La stevia ha una lunga storia come alternativa ai dolcificanti in molti paesi. Ma l’Europa ne ha approvato l’utilizzo solo a partire dal 2011. Visto lo scarso successo del prodotto, la multinazionale ha però deciso di concentrarsi sul lancio della nuova versione della Zero. Di ritirare contemporaneamente Life e di cercare soluzioni alternative. Grazne anche al nuovo contest proposto.

Sara Moraca