Home Salute e caffè Bere caffè no...

Bere caffè non fa danni alle arterie e contrasta l’insorgere dell’Alzheimer

prezzi arterie
Nuove conferme dalla scienza sui benefici derivanti dal consumo regolare di caffè

MILANO – Bere caffè non arreca danni alle arterie: lo dimostra una ricerca condotta dalla Queen Mary University di Londra. Che esclude un potenziale effetto negativo sui vasi sanguigni derivante dal consumo della bevanda. La ricerca ha coinvolto oltre 8.400 persone e i suoi risultati sono stati presentati alla British cardiovascular society conference di Manchester.

Ciò vale anche nel caso di consumi molto elevati: anche 25 tazzine di caffè al giorno – sostengono gli esperti – non provocherebbero danni alle arterie.

Rimanendo in tema sono stati rilanciati, di recente, i risultati di uno studio compiuto anni fa dalle Università della Florida del sud e di Miami. Da esso emerge che un consumo regolare di caffè (sino a 5 tazze al giorno) aiuterebbe a contrastare l’Alzheimer

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

“È possibile che la caffeina non solo protegga dall’Alzheimer. Intervenendo direttamente nel processo di formazione della malattia. Ma addirittura possa curare questa patologia” sostengono gli esperti.

La caffeina contrasterebbe infatti i problemi di memoria legati all’Alzheimer. Così ostacolando la produzione di placche beta amiloidi nel cervello. Queste rappresentano la traccia della patologia neurodegenerativa.

La caffeina dunque riuscirebbe ad intervenire sugli enzimi responsabili della produzione della proteina. Andrebbe inoltre a contrastare l’infiammazione che colpisce il cervello quando avviene la iper produzione di beta amiloide.