Home Analisi di mercato App, delivery...

App, delivery, takeaway e robot, così la nuova normalità per i bar e il mondo del caffè

nuova normalità
Un robot barista della catena sudcoreana b;eat

MILANO – Anche il mondo del caffè si prepara alla nuova normalità, ossia al quel lungo periodo di transizione in cui dovremo abituarci a convivere con il virus. In attesa della graduale riapertura dei luoghi pubblici, il settore dell’out of home sviluppa strategie di adattamento esplorando nuovi segmenti di mercato e potenziando il presidio di canali alternativi di distribuzione dei propri prodotti e servizi.

Un esempio? Quello di Pret A Manger. La catena britannica entrata circa due anni fa nel firmamento di Jab Holding ha deciso di accelerare il lancio della sua gamma di caffè tostato per il canale alimentare, originariamente previsto a fine anno.

La commercializzazione nel dettaglio avverrà invece entro fine mese. “Potremmo dover cambiare profondamente il nostro modello di business, se l’emergenza coronavirus durerà a lungo” ha dichiarato il ceo della società Pano Christou.

Intanto, Pret A Manger ha riaperto questa settimana una decina dei suoi 500 locali del Regno Unito.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.