Home Catene di caffetterie Parla Jackiew...

Parla Jackiewicz di Costa Coffee sulle prospettive della catena con l’entrata di Coca Cola

Andrzej Jackiewiczi Costa Europe del gruppo Costa Coffee
Andrzej Jackiewicz di Costa Europe del gruppo Costa Coffee

MILANO – Durante il Coffee Symposium svolto all’Hotel Melìa durante la mattina del 30 novembre, c’è stato l’intervento di Andrzej Jackiewicz, Managing Director Costa Europe del gruppo Costa Coffee. Il manager ha restituito il quadro completo dell’andamento di Costa Coffee, in particolare in riferimento al mercato europeo.

L’acquisizione di Costa Coffee da parte di Coca Cola

Andrzej Jackiewicz ha preso la parola dopo la presentazione di Starbucks Emea. “Dopo l’annuncio dell’acquisizione si è scatenato un po’ il dibattito. Un grande passo per la nostra azienda. Il piano era quello di mantenere indipendente la compagnia. Ma era un fatto impossibile di fronte alle attuali condizioni del mercato. In quanto eravamo troppo piccoli e avevamo l’esigenza di espanderci. Quindi ci siamo buttati in questa fusione.

Coca Cola è stata la compagnia che si è portata avanti per comprare Costa Coffee. Ancora la procedura non è completata e quindi non ne possiamo parlare nel dettaglio. E’ l’inizio di una nuova era per noi.”

Water + more
BEST COFFEE

Le sfide di Costa

“Per la nostra industria è importante affrontare diverse sfide, che sono là che ci attendono per rimanere una compagnia di successo. Il nostro caffè è sinonimo un caffè di qualità dal momento della nostra fondazione nel 1961. I nostri baristi devono essere all’altezza del compito.

Andrzej Jackiewiczi Costa Europe del gruppo Costa Coffee
Andrzej Jackiewicz di Costa Europe del gruppo Costa Coffee

Abbiamo attualmente la possibilità di tostare il nostro caffè a Londra. Lo scorso anno, abbiamo deciso di aprire una nuova torrefazione ancora in Londra. E’ un buon punto in termini di disponibilità di prodotto.”

Focus sulle opportunità e la tecnologia digitale per comunicare

“La prima dev’essere l’esperienza di consumo del caffè. Il nostro fine è sempre stato quello di ispirare i nostri consumatori nel consumo di questo prodotto, ogni giorno.

Il secondo punto è la tecnologia digitale. Oggi il mondo funziona attraverso la comunicazione sul web. In che modo possiamo tenere i contatti con i consumatori? In Costa Coffee abbiamo pensato a tre strategie. Una riguarda un programma di fidelizzazione. A questo proposito abbiamo iniziato in Polonia e poi in Uk. E’ uno schema non molto comune: un’app funzionale che ti garantisce molti servizi. Con un sistema di raccolta punti.

I risultati sono stati incoraggianti. Molti consumatori e di tipo molto differente, hanno recensito questo sistema come un’ottima piattaforma.”

Il comportamento dei clienti

“Il programma di fidelizzazione in Uk ha funzionato meno. Perché sono più conservatori. In altri mercati abbiamo riscontrato una maggiore apertura. Come in Polonia.”

Per quanto riguarda la raccolta di individui

“Non è solo una questione di come comunichiamo con i consumatori, ma anche come permettiamo di connettersi tra di loro. Il digitale è una grande area su cui soffermarsi per il futuro.”

La terza opportunità: formare i baristi

Confrontarsi con i nostri membri. Se il nostro scopo è quello di ispirare con un gran caffè, dobbiamo innanzitutto formare i baristi. Dobbiamo esser sicuri di lavorare sullo sviluppo delle competenze dei nostri membri. Dobbiamo selezionare e poi formare il nostro personale. Non è una cosa semplice, di fronte al costo di un business model di questo genere.”

La percezione dei consumatori

“Dobbiamo assicurarci di mantenere motivati i consumatori. Al fine che ci percepisca coma una compagnia attiva, non un semplice franchising. 

Penso anche che ci siano altri punti su cui lavorare. La vendita è uno di questi. Questo perché come ho detto, stiamo gestendo un business on the go. Se guardiamo a questo, dobbiamo ricostruire il nostro brand attraverso diverse occasioni.

Soprattutto in vista dell’acquisizione da parte di Coca Cola. Infatti, rapidamente entreremo nel settore del vending. Saremo coinvolti in questo processo. ”

Quanto è possibile modificare il brand?

“La posizione del brand quanto può esser elastica, prima di perdere la propria identità? In questa nuova era, è molto attraente l’opzione che prevede un’espansione in termini di volumi. Ma, quanto a lungo si può fare questa operazione?

Le consegne

“Il grosso dubbio è: dovremmo consegnare lo stesso caffè di qualità in tutti i segmenti in cui operiamo? Penso che la risposta più immediata sia: sì. Eppure, dipenderà ovviamente dalla realizzazione concreta. Le condizioni per renderlo possibile non sono facili. Questa sarà sicuramente una sfida per il nostro business.”

Le aziende hanno bisogno di crescere

“Espandersi è sicuramente un aspetto essenziale. Quindi abbiamo previsto nuove aperture. Specialmente in questi giorni sia fondamentale crescere. E, in questo periodo, è persino facile. Ad esempio tramite le acquisizione. Ma come trasformare questo nuovo passo in maniera costruttiva? Tutti possono ingrandirsi, ma farlo in maniera qualitativamente efficace è un’altra questione.

Prima di tutto si dovrà tener d’occhio alle priorità dell’azienda. E dare spazio ai progetti portanti. Inoltre, si dovrà tentare di crescere nei segmenti che sono già in via di sviluppo. E che, soprattutto, lo saranno a lungo termine. ”