domenica 17 Ottobre 2021

Accademia del Caffè Espresso si fa ambasciatrice dei caffè di Guatemala e Brasile

Da leggere

ROMA – Settembre e ottobre si confermano due mesi ricchi di eventi per Accademia del Caffè Espresso. L’hub culturale inaugurato da La Marzocco porta avanti le collaborazioni con enti e istituzioni internazionali tramite incontri che vogliono porre l’accento sul caffè di qualità.

Il 22 settembre l’Accademia ha partecipato all’evento “A Tavola con il Guatemala”, il match-making e showcooking organizzato dall’Ambasciata del Guatemala in Italia e IILA – Istituto Italo-Latino Americano. Un’iniziativa nata per promuovere i prodotti agroalimentari guatemaltechi tra gli imprenditori italiani per mostrarne il potenziale di esportazione e promuovere la creazione di sinergie commerciali tra i due Paesi.


L’evento ha visto i due chef Bruno Brunori e Sergio Dìaz preparare rispettivamente piatti italiani e guatemaltechi, e lo staff di Accademia servire i caffè regionali del Guatemala.
Un’occasione per assaggiare un altro dei prodotti tipici del paese centroamericano e comprenderne meglio complessità e caratteristiche tipiche, grazie anche alla cooperazione con Anacafè, partner dell’evento che ha messo a disposizione i campioni di caffè verde, poi tostati in Accademia.

Il 5 ottobre è stato invece il turno del Brasile, con l’evento “Degustazione di Specialty Coffee del Brasile”, una giornata dedicata al caffè brasiliano prima presso l’Ambasciata del Brasile a Roma, e poi presso Emporio Sant’Eustachio.

Un evento per far conoscere il caffè brasiliano sotto una luce diversa e presentare
gli specialty coffee del Brasile, con una degustazione di diversi caffè regionali, in collaborazione con BSCA, Brazilian Specialty Coffee Association.


Sono intervenuti Helio Ramos, Ambasciatore del Brasile in Italia e Massimo Battaglia, Coffee Research Leader di Accademia del Caffè Espresso, per raccontare la cafficoltura in Brasile. Per il Brasile, il caffè è il prodotto con il maggior numero d’indicazioni geografiche. Eppure, non esiste una grande cultura rispetto agli specialty coffee brasiliani. Per questo l’evento ha generato interesse nella community italiana.


La degustazione di caffè brasiliani si è poi spostata da Emporio Sant’Eustachio, la
nuovissima apertura di Caffè Sant’Eustachio. Il nuovo locale di Raimondo Ricci si pone come obiettivo quello di fare cultura sul caffè, e lo fa presentando alla sua clientela un’offerta di caffè variegata e sempre diversa, con l’idea di ruotare miscele o mono-origini, per far conoscere al consumatore origini sempre diverse, con le loro specifiche caratteristiche e peculiarità.


Un obiettivo che si sposa benissimo con la missione di Accademia e che ben si
esprime con l’evento organizzato dall’Ambasciata brasiliana e dalla BSCA.

Ultime Notizie