Home Cultura Venerdì 18 ma...

Venerdì 18 marzo MUMAC apre per la gara d’epoca Milano Sanremo – vintage

Dalle 19.00 alle 23.00 mostra estemporanea di bici d’epoca nella Sala Temporanea del museo. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

MUMAC CLASSICISSIMA

BINASCO (Milano) – Venerdì 18 marzo, MUMAC, Museo della macchina per caffè di Gruppo Cimbali, effettuerà una apertura straordinaria dalle 19.00 alle 23.00 per una eccezionale esposizione estemporanea delle biciclette d’epoca appartenenti ai partecipanti alla Classicissima d’Epoca 2016, pedalata ludica in costume d’epoca da Milano a Sanremo con biciclette ante anni ‘30, giunta alla sua 5° edizione, che prenderà avvio la sera stessa dal MUMAC.

Il programma prevede l’apertura al pubblico dalle 19.00 alle 23.00; la presentazione del libro “Legnano storia di biciclette e campioni” da parte degli autori Claudio Gregori e Marco Pastonesi alle 22.00; la partenza della Classicissima alla volta di Sanremo con lo starter Marino Vigna, Campione olimpico 1960, alle 23.45.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione organizzativa del Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo, di cui Gruppo Cimbali è sponsor, in virtù anche della storica presenza del brand FAEMA, marchio del Gruppo, nel mondo del ciclismo, che negli anni ‘60 ha dato origine a un connubio leggendario grazie a campioni quali di Charly Gaul, Eddie Merckx, Vittorio Adorni e Rik Van Looy.

Oltre alla visita alla mostra estemporanea, sarà possibile effettuare visite in autonomia anche alla collezione museale permanente.
L’ingresso sarà gratuito fino a capienza disponibile.

MUMAC, via P. Neruda 2, Binasco (MI)
e-mail: visite_mumac@gruppocimbali.com, sito: www.mumac.it

LA SCHEDA DEL MUSEO

MUMAC, Museo della Macchina per Caffè di Gruppo Cimbali, grazie alle collezioni Cimbali e Maltoni, con più di 100 esemplari esposti racconta oltre 100 anni di evoluzione di un intero settore del Made in Italy in un percorso narrativo diviso in sei sale dal 1900 ad oggi, dando origine alla più grande esposizione al mondo di macchine professionali per caffè espresso. La collezione è inoltre dotata di altri 150 pezzi per rotazioni all’interno del museo e prestiti per mostre temporanee ed esposizioni worldwide.