Home Analisi di mercato Usda: raccolt...

Usda: raccolto brasiliano da record a 67,9 milioni di sacchi, export a 41 milioni

Marex Spectron raccolto Brasile
Vista dall'alto di una fazenda brasiliana

MILANO – Un raccolto brasiliano eccezionale, sia in quantità che in qualità, nonostante la pandemia. Secondo il rapporto semestrale del Dipartimento Usa dell’agricoltura (Usda), redatto dall’ufficio agricolo di San Paolo del dicastero americano, la produzione 2020/21 ha raggiunto un nuovo massimo di 67,9 milioni di sacchi. L’export si attesterà poco al di sopra dei 41 milioni di sacchi, riavvicinandosi ai livelli record dell’annata 2018/19. L’emergenza coronavirus ha creato problemi logistico-operativi non da poco, che l’efficienza della filiera brasiliana è stato però in grado di gestire in modo adeguato.

Inoltre, le misure di distanziamento sociale e i lockdown hanno complicato il reclutamento e il dispiegamento della forza lavoro per le operazioni di raccolta rallentandone il ritmo.

Ciò non ha impedito ai produttori di commercializzare sinora circa il 70% della produzione di quest’anno. Produzione che raggiunge un nuovo record di 67,9 milioni di sacchi, confermando la stima della scorsa primavera. Ciò a fronte di una produzione di 60,5 nel 2019/20 e i 66,5 nel 2018/19.

Il raccolto brasiliano di arabica è di 47,8 milioni, contro i 42 dell’anno scorso e i 49,7 milioni di due anni fa

In ulteriore ripresa la produzione di robusta, che vola a 20,1 milioni, contro 18,5 milioni e 16,8 milioni rispettivamente uno e due anni fa.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.