mercoledì 18 Maggio 2022

A Trieste, i Cenacoli del caffè: il 4 febbraio, appuntamento, ore 18

Si analizzeranno come si posizionano e comunicano le principali realtà nazionali e non solo: Illy, Lavazza, Segafredo Zanetti, Kraft Foods Italia, Nestlé e Café do Brasil. Da mission a vision i valori dichiarati, fino alle scelte strategiche e alle concrete declinazioni comunicative, per svelarne armonie, stonature e segrete corrispondenze

Da leggere

TRIESTE- L’Associazione Museo del Caffè di Trieste (aMDC-Trieste) promuove i Cenacoli del caffè 2021-2022. Avviati il 5 novembre 2021 con una conferenza del dr. Gabriele Starini su “Oltre l’espresso: il caffè ‘alla moderna’”, il primo venerdì del mese di dicembre con il dr. Ezio Ghersini su “Trieste e il caffè: un binomio stretto” e in gennaio la dr.ssa Alessia Zampollo Sguazzero con “Non solo in tazza: utilizzo dei sottoprodotti del caffè”, il prossimo appuntamento di questo quinto incontro, si terrà venerdì 4 febbraio alle ore 18:00 e coinvolgerà la dr.ssa Federica Scrigner che affronterà il tema “I nuovi territori di comunicazione delle marche dell’espresso in Italia”.

aMDC-Trieste spinge sulla divulgazione della cultura attorno alla bevanda

La tesi approfondisce e analizza i vari aspetti delle informazioni sviluppate da diverse aziende di torrefazione. In uno scenario altamente competitivo, le marche italiane esplorano territori nuovi: dall’individuazione di un nuovo e diverso ruolo svolto dal testimonial, fino all’estendersi agli ambiti del design e dell’organizzazione degli spazi. In questo scenario si analizza come si posizionano e comunicano le principali realtà nazionali e non solo: Illy, Lavazza, Segafredo Zanetti, Kraft Foods Italia, Nestlé e Café do Brasil. Da mission a vision i valori dichiarati, fino alle scelte strategiche e alle concrete declinazioni comunicative, per svelarne armonie, stonature e segrete corrispondenze.

Lo studio degli spot pubblicitari e del ruolo svolto dagli endorser nella narrazione

Consente l’analisi della costruzione dell’identità di marca attraverso i modelli FCB di Vaughn e l’”Elaboration Likelihood Model” di Petty e Cacioppo. Uno spazio a parte è dedicato ai single serve coffee systems: le macchine domestiche per il caffè, un trend di consumo nuovo e in costante crescita, con cui le imprese del settore devono fare i conti. I sistemi domestici, con il loro design e le scelte tecnologiche, diventano anch’essi strumento di comunicazione che si aggiunge allo storytelling della marca. Infine, l’analisi dei luoghi di vendita – intesi sia come concept bar dei brand sia come le boutique di vendita – diventano un’ulteriore chiave interpretativa dell’identità di marca, nella costante esplorazione dell’equilibrio tra trend polisensoriali e revival della convivialità.

Collegamento tramite i profili social dell’Associazione Museo del Caffè di Trieste, venerdì 4 febbraio alle ore 18:00.

Ultime Notizie