lunedì 06 Dicembre 2021

Trucillo sponsor di “TAZZINE ROSSE”, progetto contro la violenza sulle donne

Da leggere

SALERNO – Il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, parte il progetto “TAZZINE ROSSE”, ideato dall’Associazione Save the woman e sostenuto da Simonetta De Luca Musella, Ceo della società di consulenza aziendale Diellemme e socia di Save The Woman. L’iniziativa coinvolge associazioni, enti, scuole e aziende, e ha il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Salerno, della Camera di Commercio di Salerno e del Centro Italiano Femminile.

Soggetti coinvolti

“TAZZINE ROSSE” prenderà avvio nelle scuole di Salerno, con il sostegno della storica torrefazione Caffè Trucillo, con l’obiettivo di coinvolgere successivamente anche altre città italiane.

L’iniziativa coinvolge donne, bambini e ragazzi contro la violenza sulle donne, partendo dalla tazzina da caffè, un piccolo oggetto quotidiano di vita famigliare, che dovrebbe rappresentare quella serenità che tutti si meritano, ma non tutti hanno.

Donne e caffè: perché le tazzine

Il profumo del caffè è profumo di intimità, complicità, affetto. Il tintinnare del cucchiaino che gira lo zucchero nella tazzina, e l’odore buono e caldo che da questa emana, rimanda subito a quel posto speciale tutto nostro, dove rifugiarci e goderci la vita affettiva e famigliare, al riparo dalla frenesia delle lunghe giornate lavorative: la casa.

Eppure, per molte donne, l’odore del caffè la mattina segna solo l’inizio di giornate vissute nella solitudine e nella paura, tra violenze, umiliazioni, abusi, sopraffazioni. La casa è, per molte, lo scenario di un inferno quotidiano che lì dentro inizia e si consuma.

Gli oggetti che più ci ricordano quel piccolo gesto d’amore, le tazzine da caffè, saranno incisi con “messaggi d’odio” di cui sono inconsapevoli testimoni in tante, troppe case.

Le tazzine del caffè, in ceramica, verranno decorate con frasi estrapolate dai media, parole con cui vengono puntualmente minimizzati episodi di cronaca legati alla violenza. E poi, anche con le parole usate dai carnefici per giustificare la loro violenza.

Le tazzine da caffè, piccole e delicate, si vestiranno così delle parole degli abusi, per raccontare quella guerra che troppo spesso si consuma all’interno delle mura domestiche.

Incidere l’odio su un oggetto che dovrebbe rappresentare un piccolo quotidiano gesto d’amore, piacere e condivisione, vuol dire sottolineare quanto terribile sia l’inferno vissuto da tante donne in quello che dovrebbe essere il loro nido.

Un modo per dimostrare che il femminicidio non è la conseguenza di un improvviso e momentaneo impulso, ma l’esito di un lungo processo emotivo, spesso sottovalutato.

E di una radicata cultura di violenza verso le donne che si esprime con chiari, urlati segnali che vanno analizzati e riconosciuti come pericolosi sin da subito. Perché ogni donna possa sentirsi sempre al sicuro e amata in casa sua.

Realizzazione e ricavato

Gli studenti del Liceo Artistico Sabatini Menna di Salerno, diretti dall’artista salernitano Giovanni Savastano, durante un workshop sulla ceramica decoreranno le tazzine messe a disposizione da Caffè Trucillo, sponsor ufficiale dell’iniziativa.

Le opere d’arte così realizzate saranno messe all’asta sull’e-commerce di Caffè Trucillo shop.trucillo.it, sostenendo con una ampia visibilità il progetto e il lavoro degli studenti.

Il ricavato della vendita sarà devoluto a favore dell’Associazione Save The Woman e della Fondazione della Comunità Salernitana, e utilizzato nuovamente a scopi benefici, creando un sistema virtuoso.

L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Salerno, Regione Campania, 100donnevestitedirosso, Centro Italiano Femminile, Camera di Commercio; è organizzato da diellemme s.r.l., CIF, Save the Woman. Caffè Trucillo è lo sponsor ufficiale.

Ultime Notizie