Home Catene di caffetterie Starbucks, tr...

Starbucks, trimestrale in profondo rosso: la crisi fa perdere 3,1 mrd di ricavi

Starbucks
Il logo Starbucks

MILANO – Trimestrale in profondo rosso per Starbucks. Nel terzo trimestre, conclusosi il 28 giugno, la più grande catena di caffetterie del mondo perde 3,1 miliardi di dollari di ricavi a causa della pandemia. E le vendite crollano del 38%, a 4,2 miliardi (3,58 miliardi di euro). Le perdite nette ammontano a 678,4 milioni, pari a una perdita per azione di 58 centesimi: il passivo più pesante da oltre 10 anni a questa parte. Dati decisamente negativi, ma Wall Street si aspettava di peggio.

E il risultato, migliore del consensus, ha fatto volare il titolo sul mercato after-hour di martedì con guadagni sino al 6%. I rialzi sono continuati anche nella giornata di ieri.

Intanto, le vendite a parità di perimetro su scala globale segnano un pesantissimo -40%. Le transazioni nei locali aperti da almeno 13 mesi sono crollate del 51%, sebbene l’importo medio dello scontrino sia cresciuto del 23%. Le vendite a parità di perimetro negli Usa registrano similmente un calo del 40%.

Più contenuta la flessione in Cina (-19%) dove il delivery ha costituito il 12% degli ordini.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.