Home Catene di caffetterie Starbucks si ...

Starbucks si dà l’obiettivo di raggiungere le 55mila caffetterie entro il 2030 in tutto il mondo

Il piano di espansione di Starbucks non punta solo sull’apertura di nuovi negozi. La società vuole ampliare la propria clientela anche con una serie di nuovi servizi. L’azienda nel 2020 ha aumentato le opzioni di pagamento utili a partecipare ai concorsi a premi, per i quali non è più necessario guadagnare punti speciali da caricare sulla carta Starbucks, e la scorsa estate ha messo sul mercato un nuovo panino per la colazione

tazze riciclabili starbucks costa rica

MILANO – Mentre la pandemia sta paralizzando tutte le attività a livello mondiale, spesso determinando la chiusura di molti locali e sicuramente portando via il senso della prospettiva per parecchie aziende, Starbucks non si ferma e anzi, pensa a un programma ambizioso per i prossimi 10 anni: raggiungere il numero di 55mila aperture entro il 2030. Leggiamo i dettagli dell’operazione dal sito it.finance.yahoo.com.

Starbucks continua ad espandersi

Forse tra 10 anni sarà possibile anche in Italia trovare uno Starbucks a ogni angolo di strada, come già succede negli Stati Uniti. La società infatti ha dichiarato a un evento per gli investitori di voler aumentare il numero globale di negozi nel prossimo decennio: dai 33mila aperti ora a 55mila entro il 2030.

Il piano

“Anche se stiamo crescendo su una base ampia, c’è molto spazio per espandersi nelle regioni in cui il marchio è meno conosciuto”, ha dichiarato Roz Brewer, direttore operativo di Starbucks. La società punta a riempire le strade con negozi nuovi e diversi, da caffetterie più piccole a quelle che consegnano solo in macchina, per sottrarre clienti alla concorrenza e rialzarsi dopo il difficile periodo della pandemia.

Gli affari di Starbucks durante la pandemia

Nel terzo trimestre del 2020 le vendite globali dei negozi Starbucks sono diminuite del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con alcuni negozi che però sono riusciti a registrare dei risultati positivi. Sebbene infatti sia diminuito il volume d’affari complessivo, gli incassi nelle sedi suburbane e nelle caffetterie che garantiscono il servizio di asporto in macchina sono aumentati.

Nuovi negozi e nuovi servizi

Il piano di espansione di Starbucks non punta solo sull’apertura di nuovi negozi. La società vuole ampliare la propria clientela anche con una serie di nuovi servizi. L’azienda nel 2020 ha aumentato le opzioni di pagamento utili a partecipare ai concorsi a premi, per i quali non è più necessario guadagnare punti speciali da caricare sulla carta Starbucks, e la scorsa estate ha messo sul mercato un nuovo panino per la colazione. Starbucks ha ora in programma di lanciare negli Stati Uniti una nuova bevanda espresso ghiacciata shakerata a base di zucchero di canna e latte d’avena entro la primavera del 2021.