lunedì 27 Settembre 2021

Starbucks: fatturato del 3Q vola a 6,3 miliardi (+78%), deludente soltanto la Cina

Da leggere

MILANO – Starbucks riparte alla grande su scala globale e delude soltanto in Cina, il suo secondo mercato dopo gli Usa. Così i risultati della terza trimestrale dell’esercizio 2021, che registrano una crescita record rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, coinciso con uno dei periodi più critici della pandemia. Vola a livelli senza precedenti il fatturato, che raggiunge, nei 3 mesi al 27 giugno, i 7,5 miliardi di dollari (6,3 miliardi di euro), con un incremento del 78%. Ben al di sopra del consensus di 7,3 miliardi indicato da Wall Street.

Superiore alle attese anche il dato delle vendite a parità di perimetro, che crescono del 73%.

Brillanti i risultati in Usa, dove il fatturato è cresciuto del 90% in termini assoluti e dell’83% a parità di perimetro. Le bevande fredde hanno contato per il 74% delle vendite di bevande, anche questo un dato senza precedenti.

Circa la metà degli ordini sono avvenuti in negozi drive-thru, a riprova dei cambiamenti di abitudini indotti dalla pandemia.

Le vendite internazionali a parità di perimetro di Starbucks sono cresciute del 41%

Inferiore alle aspettative il dato relativo alla Cina, in crescita di appena il 19%. Ridimensionato anche l’outlook per l’intero esercizio, che è stato ridotto al 18-20%, contro una precedente previsione del 27-32%.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

Ultime Notizie